Notizie locali
Pubblicità

Catania

L'istituto “Quasimodo-Padre Santo di Guardo” di Catania ha un defibrillatore

Di Damiano Scala

Un defibrillatore donato dall'associazione “L'Angelo Federico” all'istituto “Quasimodo-Padre Santo di Guardo” di Catania. Lo strumento di primo soccorso per intervenire in caso di arresto cardiaco improvviso e salvare così molte vite umane.

Pubblicità

A salire sul palco il presidente della Onlus Dario Vellini. Accanto a lui, la mamma Gilda Munzone: “ Si tratta di una iniziativa- dice Vellini- voluta per ricordare mio fratello. Un carabiniere, un servitore dello Stato che con la sua scomparsa ci ha lasciato un grande vuoto. Oggi noi vogliamo mantenere in vita il suo ricordo e trasformare il dolore, legato alla sua morte, in amore per gli altri”.

Grazie alla rappresentazione teatrale della compagnia "Belvedere", svoltasi presso le Ciminiere di Catania lo scorso maggio, sono stati raccolti i fondi necessari all'acquisto di sette defibrillatori. Sette strumenti consegnati ad altrettante scuole di Catania e provincia. “Si tratta di un esempio civico da condividere con i nostri studenti- sottolinea la dirigente della “Quasimodo-Padre Santo di Guardo” Simona Perni- una volta ricevuto defibrillatore, che sarà posizionato nel plesso centrale, ci attiveremo per avviare la necessaria formazione del personale al suo utilizzo. La sicurezza nelle scuole, in tutti i suoi contesti, è indispensabile e per questo colgo l'occasione per ringraziare l'associazione e la IV circoscrizione che hanno reso possibile tutto questo”.

L’intervento tempestivo che può fare la differenza tra la vita e la morte per coloro che vengono colti da arresto cardiaco. “Educare oggi gli alunni per creare i cittadini modello del domani è indispensabile per il progetto sociale che stiamo sviluppando giorno dopo giorno- sottolinea Erio Buceti, presidente della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”- il messaggio lanciato è chiaro: ognuno di noi può fare la propria parte per migliorare la nostra società. Piccoli contributi giornalieri per grandi lezioni di senso civico e cittadinanza attiva”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA