Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania, Mani Tese festeggia un altro mondo possibile

Di Carmen Greco

"Tuttu 'u munnu è paisi!": è il titolo della festa della federazione Mani Tese che si terrà a Catania dal 27 al 29 settembre a 55 anni dalla fondazione dell’associazione e Ong che dal 1964 si batte per combattere le ingiustizie nel mondo. L’iniziativa mette insieme le realtà locali di Mani Tese, recentemente riunitesi in una federazione, per «dare voce a un mondo inclusivo, aperto e sostenibile in grado di affrontare le sfide globali del nostro tempo».

Pubblicità


Previsti tre giorni di eventi che avranno come protagoniste l'inclusione sociale e l’economia circolare, le due leve fondamentali per Mani Tese per rispondere alle sfide del terzo millennio e collegare una visione globale della giustizia con l'attivazione delle persone e delle comunità.


"Tuttu u munnu è paisi!" si terrà a Fieri, la Fabbrica interculturale ecosostenibile del riuso, luogo simbolo a Catania, nata nel 2015 dalla volontà di 13 realtà, fra cui Mani Tese Sicilia, con lo scopo di promuovere co-integrazione e creare opportunità lavorative per i migranti nelle situazioni post accoglienza e per i giovani disoccupati in condizioni di marginalità sociale ed economica.

«Fieri è nella periferia di Catania - afferma Antonio D’Amico di Mani Tese Sicilia - in uno di quei quartieri considerati difficili (via Palermo ndr), dove le buone pratiche di rispetto ambientale sono meno diffuse e dove è più facile che ci sia diffidenza verso i migranti. Oggi è lì a mostrare che non è impossibile cambiare le proprie abitudini, che può esistere un luogo dove integrazione e pratiche di sostenibilità si uniscono riuscendo a creare un modello di lavoro innovativo, inclusivo e sostenibile».  

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA