Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania: pretendeva “pizzo” da connazionale, arrestata prostituta bulgara

Di Redazione

CATANIA - Controlli antiprostituzione della polizia nelle zone del centro storico di Catania. Nel corso di questi controlli gli uomini delle Volanti hanno arrestato la  cittadina bulgara Ana Ruseva Stoycheva, 36 anni, che aveva pesanto di accaparrarsi presunti diritti sui luoghi di prostituzione, pretendendo un corrispettivo in denaro da parte di una connazionale che esercitava “la professione” lungo Corso dei Martiri.

Pubblicità

Quando i poliziotti hanno visto la donna chiedere con insistenza del denaro alla connazionale, si sono avvicinati, la lei per tutta risposta si è scatenata in un carosello di calci e pugni, tanto da indurre i poliziotti a chiamare in ausilio una Volante che si trovava in zona per controlli antiprostituzione. La Stoycheva alla fin, è stata caricata sulla Volante e condotta in questura dov’è stato formalizzato il suo arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e tentata estorsione e minacce alla connazionale che ha sporto denuncia in questura.

Per la bulgara violenta si sono, così, aperte le porte del carcere di Piazza Lanza dove la donna attende il giudizio di convalida.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA