Notizie locali
Pubblicità
Catania, ruba orologio in aeroporto e si giustifica: "I cosi attruvati non sono arrubbati"

Catania

Catania, ruba orologio in aeroporto e si giustifica con gli agenti: "I cosi attruvati non sono arrubbati"

Di Redazione

CATANIA - «I cosi attruvati non sunu arrubbati», si è difesa così una donna, sbarcata da un volo proveniente da Eindhoven (Olanda) con gli agenti della polizia di frontiera dell'aeroporto di Fontanarossa, a Catania, attesa al varco dai poliziotti per il furto di un orologio di cui era responsabile.

Pubblicità

L'episodio del furto si è verificato nel primo pomeriggio dello scorso 30 gennaio quando, una passeggera, in partenza per Milano Malpensa, sottoponendosi ai controlli di sicurezza, ha dimenticato un orologio in acciaio (marca Citizen), all’interno della vaschetta utilizzata ai varchi di sicurezza. La signora diretta a Milano, però, si è accorta di non avere più l'orologio al polso solo una volta arrivata a destinazione.

Rientrata a Catania qualche giorno dopo si è recata all’Ufficio oggetti smarriti per verificare se qualcuno l'avesse trovato, ma non avendo avuto riposte positive, ha capito che le fosse stato rubato e si è recata all’Ufficio della Polizia di Frontiera, all'interno dello scalo aeroportuale, per presentare la denuncia di furto.

Gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia di Frontiera Aerea, si sono messi a caccia del responsabile del furto, analizzando minuziosamente le registrazioni del sistema di videosorveglianza per scoprire che l'orologio era stato preso da una donna la quale, avendo effettuato i controlli poco dopo la passeggera-vittima, se l'era messo nella borsa con una mossa fulminea.

Avendo individuato l’autrice del furto, i poliziotti hanno poi incrociato i dati con quelli delle prenotazioni dei biglietti risalendo così all’identità della passeggera, una donna di 69 anni diretta a Eindhoven. Purtroppo per lei aveva anche un volo di ritorno per il successivo 11 febbraio 2020.

Quindi alla polizia è bastato aspettarla al varco per quella data e contestarle il furto. La signora è stata denunciata a piede libero alla Procura della Repubblica a Catania, per il reato di furto aggravato. L’orologio, è stato recuperato per essere restituito, ovviamente, alla legittima proprietaria.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA