Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus, la Sibeg dona attrezzature mediche al Policlinico di Catania

Catania

Catania, aggredisce infermiere e poliziotto al Policlinico: "Vi miritati a testa scippata"

Di Redazione

Catania - Nell’ambito delle attività finalizzate a frenare il fenomeno delle continue aggressioni al personale degli ospedali e in modo particolare garantire la sicurezza nei Pronto Soccorso, nei giorni scorsi, personale del Commissariato Borgo-Ognina, ha indagato in stato di libertà un soggetto che lo scorso 7 febbraio, si è reso responsabile del reato di resistenza a pubblico ufficiale, commesso all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale Policlinico “G. Rodolico” di Catania.

Pubblicità

L'individuo in questione, familiare di un paziente ricoverato al pronto soccorso, dava in escandescenze urlando nella sala d’attesa del triage con la pretesa di dover entrare a tutti i costi nell’area ambulatori, zona vietata all’ingresso dei parenti dei degenti senza autorizzazione del personale medico. Al veto oppostogli da un infermiere l'uomo si è scagliato prima contro questi e poi contro le guardie giurate in servizio al Triage e contro un poliziotto, in servizio al Posto di Polizia ospedaliero, che erano intervenuti in soccorso all'infermiere aggredito. Nonostante ciò, l'uomo continuava ad inveire: “Ca intra si meritunu tutti a testa scippata, voi, gli infermieri e i dutturi! V’ammazzu!”.

Con non poche difficoltà, guardia giurata e poliziotto sono riusciti ad allontare il soggetto all’esterno del triage. L'uomo è stato indagato in stato di libertà per resistenza a Pubblico Ufficiale, minacce e lesioni personali mentre il poliziotto è stato medicato riportando un lieve trauma ed una escoriazione alla mano sinistra.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA