Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus, a Pasqua facevano pesca di frodo: denunciati dalla Gdf

Catania

Coronavirus, a Pasqua facevano pesca di frodo: denunciati dalla Gdf

Di Redazione

Sono 784 le persone e 272 gli esercizi commerciali controllati nel periodo Pasquale dalla Guardia di finanza di Catania, con oltre 400 militari in azione, che ha elevato 83 sanzioni.

Pubblicità

Tra loro chi ha partecipato a grigliata da parenti e amici, un runner recidivo sanzionato per la seconda volta in pochi giorni dalle Fiamme gialle sul lungomare della città e chi si è giustificato dicendo di doversi recare in banca o alla posta per fare delle operazioni finanziarie urgenti la domenica di Pasqua o il lunedì di Pasquetta.

Tre cittadini romeni sono stati controllati su un’auto, sprovvista di copertura assicurativa, mentre facevano ritorno da una giornata di pesca presso la riserva Oasi del Simeto e in possesso di 20 chili di pesce, che, assieme alla vettura, è stato sequestrato e poi donato in beneficenza dopo i rituali controlli sanitari. I tre sono stati denunciati per pesca di frodo e danneggiamento di area naturale protetta.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: