Notizie locali
Pubblicità
Catania, morto il direttore del Csr Francesco Lo Trovato

Catania

Catania, morto il direttore del Csr Francesco Lo Trovato

Di Redazione

CATANIA - «Oggi è un giorno triste. Alle cinque ci ha lasciati Francesco Lo Trovato, il nostro Ingegnere. Circondato dall’affetto dei suoi cari, ci ha lasciati mentre era a Viagrande, dove fino a pochissimi giorni fa aveva continuato a lavorare. È stato un grande uomo, ha fatto la storia della riabilitazione e dell’inclusione delle persone fragili non solo in Sicilia, ma anche in Italia. Grazie, Ingegnere». E’ il messaggio di cordoglio diffuso su Facebook dal Consorzio siciliano di riabilitazione per la morte questa mattina dell’ing. Francesco Lo Trovato, attuale Direttore generale del Csr, che lui stesso fondò nel 1980 e che oggi rappresenta una delle più importanti realtà siciliane nella riabilitazione e nell’assistenza alle persone con disabilità.

Pubblicità

Oggi il Csr svolge attività in convenzione con il servizio sanitario in 19 centri sparsi in sei province siciliane, garantendo attività di riabilitazione neuropsicomotoria a circa 6000 disabili ogni anno e dando lavoro a circa 800 tra dipendenti e professionisti. Nato a Caltanissetta il 24 maggio del 1932 e laureato al Politecnico di Torino in Ingegneria industriale, Lo Trovato dal 1967 ha dedicato la sua vita alle persone con disabilità, a seguito della nascita del figlio Giovanni, detto Kikki. Nel 1967 fondò a Catania la sezione dell’Associazione italiana assistenza spastici (Aias). Da allora diede la spinta per far sì che le persone con disabilità venissero assistite e curate, che i loro familiari venissero sostenuti. Nel 1980 fondò a Catania il Csr, che ben presto realizzò Centri di riabilitazione in tutta l’Isola. Dal 2005 al 2013 è stato Presidente nazionale dell’Aias, che lo ha successivamente designato presidente onorario. Nella sua vita ha realizzato anche una struttura turistica totalmente senza barriere (il Kikki Village a Modica) e, grazie alla Fondazione Lo Trovato, a Viagrande è stato creato uno dei primi centri per il «Dopo di Noi». Francesco Lo Trovato lascia la moglie Milena e i figli Emanuela, Sergio (attuale Presidente del Csr) e Francesco. 

«E' con grande dolore che apprendiamo la notizia della scomparsa dell’ingegnere Francesco Lo Trovato, direttore generale del Consorzio siciliano di riabilitazione (Csr) e presidente onorario dell’Aias nazionale». Lo affermano i segretari della Uil Enza Meli e della Uil Fpl di Catania Stefano Passarello.


«Mirabile il suo lavoro speso per aiutare i ragazzi con disabilità - aggiungono - diciannove i centri creati in tutta la Sicilia per dare conforto e sostegno ai ragazzi e anche alle famiglie. Senza dimenticare le migliaia di posti di lavoro creati. Un esempio per noi tutti, per l’impegno profuso fino all’ultimo giorno della sua vita affinché la parola inclusione avesse piena attuazione in una società che, soprattutto decenni fa, non dava il giusto valore ai ragazzi con difficoltà. Toccherà adesso ai figli continuare in questa mirabile opera. Noi, come Uil e Uil Fpl, ci stringiamo ai figli Sergio ed Emanuela e alla famiglia tutta». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: