Notizie locali
Pubblicità
Chiusi quattro "compro oro" nel Catanese per commercio con privati

Catania

Chiusi quattro "compro oro" nel Catanese per commercio con privati

Di Redazione

Catania - Quattro esercizi di “compro oro” sono stati sanzionati e chiusi provvisoriamente in provincia di Catania dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, tre ad Acireale ed uno a Riposto, per violazione delle restrizioni imposte dal Decreto del Presidente del Consiglio del 26 aprile scorso. La norma, infatti, prevede la riapertura del commercio all’ingrosso, in questo caso di oro e metalli preziosi, ma proibisce tuttora quello al dettaglio con i privati.

Pubblicità

In tutti e quattro i casi, invece, è stata rinvenuta presso i locali dell’attività d’impresa la documentazione obbligatoria attestante gli acquisti di metallo venduto da privati negli ultimi giorni, a conferma che il commercio esercitato, almeno in quei casi, non è avvenuto all’ingrosso. Infatti, l’attività di compro oro, intesa come acquisto di rottami da privati, regolarmente riportata in apposita scheda1, è un’attività al dettaglio. Inoltre, tre degli esercizi commerciali controllati dai militari della Guardia di Finanza della Tenenza di Acireale e della Compagnia di Riposto avevano comunicato l’avvio dell’attività di commercio all’ingrosso solo negli ultimi giorni di aprile, ed uno addirittura risulta attualmente inattivo al registro delle imprese.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA