Notizie locali
Pubblicità

Catania

Filmato a Tremestieri l'oltraggio alla Madonna: autori sono 3 ragazzi

Di Simone Russo

Tremestieri (Catania) - Tre adolescenti avrebbero imbrattato di vernice la statua della Madonna di Medjugorje in piazza del Donatore. Il sistema di videosorveglianza della zona ha “catturato” questi giovani (tra cui anche una ragazza) che hanno gettato una secchiata di vernice marrone sul volto della statua. Secondo quanto emergerebbe dalle immagini, i tre avrebbero un’età compresa tra i 12 ed i 14 anni. Il gesto sarebbe il frutto di un “passatempo” stupido, una bambinata priva di in tenti sacrileghi. Al momento le immagini sono al vaglio delle autorità competenti per risalire all’identità dei tre immortalati dalle telecamere.

Pubblicità

Chissà se, magari consigliati dai genitori, i responsabili si presenteranno spontaneamente dalle autorità competenti per confessare il gesto di pessimo gusto. Intanto, già venerdi pomeriggio, è stata sporta denunciata contro ignoti per il vile atto e già è tutto “in mano” alla Procura di Catania. Ad aiutare le forze dell’ordine anche alcuni residenti della zona, che avrebbero visto i tre maleducati compiere lo sfregio, poco prima delle 20 di venerdì.

Pochi attimi dopo, nel parco del Donatore si è trovato a passare l’assessore Giuseppe Di Gregorio che ha visto la vernice ancora fresca. Subito, senza pensarci un attimo, si è adoperato per ripulire tempestivamente il volto della statua. Visto che la statua è al centro di una piattaforma e abbastanza alta rispetto al manto stradale, probabilmente i tre vandali si sono arrampicati proprio sulla parte in marmo della statua.

«Un oltraggio al cuore dei tremestieresi – commenta il sindaco Santi Rando – un vile gesto rivolto alla nostra Madonnina che veglia sulla comunità. Ricordo che andai personalmente, insieme all’allora sindaco Nino Basile, a ordinare e acquistare il marmo. Insieme a lui, fisicamente, abbiamo seguito tutto l’iter per realizzare questa statua. Purtroppo lui non riuscì a vederla compiuta».

Due anni fa, lo stesso luogo di culto era stato “scelto” da un ventenne per sfogare la sua rabbia e allora finì con un trattamento sanitario obbligatorio. Anche in quell’occasione il ragazzo venne immortalato dalle telecamere di sicurezza. Lui aveva un rituale. Alle 5.30 del mattino, andava nel parco del Donatore per bere il caffè. Subito dopo cominciava a prendere a calci e pugni la statua della Madonna di Medjugorje, rompendo anche i vasi, i fiori e le luci. Subito dopo, sempre con lo stesso rituale, si inginocchiava nuovamente ai piedi della statua della Madonna e successivamente andava via. Il ragazzo, poi fermato dalle forze dell’ordine, non è riuscito a spiegare il perché di questo irrazionale comportamento che ripeteva quotidianamente da diversi giorni. Questa volta, forse, agli adolescenti responsabili dell’oltraggio è mancata l’educazione e il rispetto verso ciò che è sacro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: