Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania, arriva l'influenza, pronto soccorso in tilt

Di Giuseppe Bonaccorsi

E’ arrivato il grande freddo, e con esso sono aumentati i casi di influenza, para influenza e di patologie collegate. La conferma arriva dai numeri registrati negli ultimi giorni nei pronto soccorso. L’afflusso esponenziale di pazienti due giorni fa ha mandato per ore in tilt il pronto soccorso del Cannizzaro.

Pubblicità

Alcuni pazienti hanno lamentato di avere atteso sino a sera per una visita. Quello che preoccupa gli operatori è l’aumento di casi di patologie respiratorie, causate dal calo improvviso delle temperature. Per affrontare un flusso così consistente il Cannizzaro ha richiamato in servizio altri medici, primario compreso. Un aumento dei casi è stato registrato anche al Garibaldi e al V. Emanuele, anche se con dati meno esponenziali rispetto al Cannizzaro. I problemi sono sempre gli stessi. I pazienti non trovano nella medicina del territorio la risposta confortante e raggiungono il Pronto soccorso, ma non quello più vicino, quello che ritengono più attrezzato. Al Cannizzaro sono arrivati anche da Giarre ed Acireale, grosso centro quest’ultimo munito di reparto di emergenza.

«Il problema, registrato in questi ultimi giorni non è collegato tanto al numero di pazienti che arrivano al Triage, ma al numero di patologie gravi riscontrate soprattutto in pazienti anziani – spiega il dott. Giuseppe Carpinteri, primario del Pronto soccorso dell’Ove –. Rispetto all’estate non abbiamo registrato un aumento di pazienti. Il problema è che stanno arrivando tutte le complicanze dell’influenza. Spesso si tratta di anziani che arrivano in condizioni disastrose che non riusciamo a ricoverare subito».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: