Notizie locali
Pubblicità

Catania

Librino, arrestati pusher e "vedetta": "Ma noi spacciamo per sostenere la famiglia"

Di Redazione

Avvertito dalla vedetta il pusher si è dato alla fuca rinchiudendosi all’interno di un condominio di Librino e chiudendosi dentro con un catenaccio. Ma gli agenti non hanno desistito: hanno fatto irruzione nella piazza dello spaccio e grazie al fuggi fuggi generale hanno inviduato qual era il palazzo rifugio. Alla fine nelle maglie dei poliziotti sono finiti un pusher e la vedetta: si tratta di Maurizio Agatino Arena di 23 anni e di Carlo Torrisi di 21 anni.

Pubblicità

Arena è stato trovato in possesso di 73 stecche di marijuana e di circa 250 euro in contanti provento dell’attività fino a quel momento svolta, mentre Carlo Torrisi è stato individuato come la vedetta che avvisava gli spacciatori con urla e gesti dell’arrivo delle forze dell’ordine. Processati per direttissima sia Arena che Torrisi hanno confessato le loro responsabilità e hanno spiegato che la loro attività di spaccio serviva a reperire i mezzi necessari per il sostentamento proprio e delle proprie famiglie. I due sono stati posti agli arresti domiciliari.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA