Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Food delivery, «un servizio che migliora la consegna classica»

Di Carmen Greco

CATANIA - Elyson Di Prima, 20 anni, ha un sogno nel cassetto: entrare nell’Accademia dell’aeronautica militare. Un sogno che coltiva mentre studia al «Ferrarin» e, nel tempo che gli rimane, prepara succulenti panini nell’«azienda di famiglia» che porta il suo nome, all’Elyson, un piccolo locale su strada, in via Pulvirenti, cuore della movida catanese, che sforna 800-900 panini a settimana.

Pubblicità

 


Nel locale lavora tutta la famiglia, a partire dal papà Filippo che, licenziato da una ditta farmaceutica, ha coraggiosamente investito in questa attività la sua liquidazione. E, alla fine, i sacrifici gli hanno dato ragione. Tanto più che da qualche tempo la panineria si è “legata” a Just Eat per le ordinazioni a domicilio.

 

«All’inizio ero un po’ perplesso - ammette Elyson - poi devo riconoscere che per noi è stato un vantaggio. Siamo aperti solo di sera e, nei giorni feriali, da queste parti non c’è il viavai del fine settimana, di conseguenza senza gli ordini on line non faremmo molto. Per noi, quindi, si è rivelato un vantaggio ed incide moltissimo sull’incasso mensile. I nostri clienti? Molti universitari, ma anche i militari della Sommaruga o della Guardia di Finanza. E’ mio padre ad occuparsi delle consegne e lo faceva anche prima del nostro arrivo nel mondo on line del food delivery».

 

E’ una storia di famiglia anche quella di Elena Forzese, 25 anni. Da quattro, ha aperto un’hamburgheria la «3perTe» in via Caronda e da un anno e mezzo è entrata far parte della piattaforma di Just Eat. «Noi il servizio a domicilio lo facevamo già - conferma - ma collegarci a questo circuito ci ha permesso di migliorare il servizio. Direi che sbarcare sulla loro piattaforma ci ha fatto incrementare le vendite del 15-20%, per esempio abbiamo raccolto anche quei clienti che pagano con carta di credito, cosa che prima non facevamo. La nostra clientela è trasversale, varia dagli studenti agli impiegati che ordinano dagli uffici e ci chiedono di tutto, dalla piadina, al catanesissimo panino con la carne di cavallo».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA