Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Buon compleanno Franco Franchi! L'omaggio de "La Vita in diretta" al comico palermitano

Di Antonio Fiasconaro

Palermo - Oggi se fosse stato in vita quasi certamente avrebbe festeggiato a modo suo: con i familiari più intimi e gli amici più sinceri attorno ad una grande torta con novantuno candeline. Se fosse stato in vita, però! Purtroppo non lo è più ormai da ventisette anni. Il nostro festeggiato avrebbe sicuramente preso in mano una chitarra e cantato uno dei suoi successi, un suo cavallo di battaglia: “L’ultimo dei belli”, accompagnato dalla moglie Irene ancora in vita, dai figli Maria Letizia e Massimo e dai nipoti Simone, Benedetta e Beatrice.

Pubblicità

Stiamo parlando del grande Francesco Benenato, in arte Franco Franchi, nato a Palermo come oggi il 18 settembre 1928. La mamma Agata Ferrante lo mise al mondo, vedi anche questa coincidenza del destino, alle ore sei del pomeriggio, cioè alle ore 18, in una misera casa del centro storico del capoluogo, in via Caldomai, cortile Scaletta al numero civico 9, dove la famiglia viveva di stenti e di quel poco che riusciva a portare a casa Biagio Benenato padre di Francesco che faceva il muratore.

Dalla povertà ha saputo cogliere l’essenza migliore della vita per poi, grazie anche a Francesco (Ciccio) Ingrassia, scomparso il 28 aprile 2003, formare quella coppia di comici che hanno scritto pagine e pagine ancora oggi indelebili dello spettacolo italiano. Una coppia di artisti che ha saputo raggiungere il successo rapidamente dopo avere fatto la “fame” facendo spettacoli in piazza, la cosiddetta “posteggia”. La sua “faccia di gomma” rimane indelebile nel tempo e nel firmamento dello spettacolo di tutti i tempi. Assieme a Ciccio ha realizzato oltre un centinaio di film. Nel solo 1964 i loro film incassarono oltre sette miliardi di lire, pari al 10% degli incassi dei film italiani in quell'anno.

Gli venne dedicato, insieme a Ingrassia, il film-documentario Come inguaiammo il cinema italiano, del 2004. Franco riposta nel cimitero monumentale di Santa Maria dei Rotoli a Palermo dal 1992 e la città non lo ha mai dimenticato, così come non ha dimenticato nemmeno Ciccio che, invece riposa nel cimitero monumentale del Verano a Roma. Non lo ha dimenticato nemmeno la Rai che oggi pomeriggio , in occasione della puntata de “La vita in diretta” su RaiUno, condotta da Lorella Cuccarini e Alberto Matano sarà ospite Massimo Benenato, oggi scrittore emergente, che parlerà di suo padre in occasione appunto del novantunesimo compleanno.

Palermo, grazie allo storico della coppia Giuseppe Li Causi, gli ha intitolato il 10 dicembre del 2012 una piazzetta alle spalle del Teatro Biondo a pochi metri da via Venezia dove Franco e Ciccio mossero i primi passi artistici poi notati da Domenico Modugno che li fece esibire proprio al Teatro Biondo nel “Rinaldo in campo”. Fu il loro trampolino di lancio verso un successo davvero sorprendente anche se la critica del tempo li bistrattò, e non poco, per poi ricredersi soltanto tallo loro morte, come spesso accade a tanti artisti, vedi il grande Totò, il “principe” della risata. E a Franco e Ciccio Palermo dedicherà anche un apposito museo. Il Comune, infatti, lo scorso febbraio ha assegnato un’ala del primo piano di Palazzo Tarallo nel cuore del quartiere Ballarò.

«Voi che lo conosceste, voi che lo amaste, ricordatevi di lui davanti al Signore», c’è scritto sulla lapide tombale in cui riposa Francesco Benenato, per tutti Franco Franchi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA