Notizie locali
Pubblicità
Raimondo Todaro pronto a ballare con Elisa Isoardi: «Non chiamatemi latin lover»

Archivio

Raimondo Todaro pronto a ballare con Elisa Isoardi: «Non chiamatemi latin lover»

Di Maria Schillirò

«Avevo cinque anni e non sapevo neanche cosa fosse un cha cha cha quando i miei decisero di iscrivere sia me che mio fratello a una scuola di ballo. Da allora non mi sono più fermato». Una scelta quanto mai azzeccata quella di quei due genitori, se consideriamo che a parlare è Raimondo Todaro. Spirito brillante e animo gentile, i piedi sempre ben piantati per terra, non hanno mai impedito al ballerino catanese di volare in alto con i sogni. A soli nove anni vince il suo primo campionato italiano per poi conquistare il secondo e il terzo posto in cinque campionati mondiali e diventare per ben diciotto volte campione italiano di ballo. Oggi Todaro si prepara a scendere in pista per la quindicesima edizione di “Ballando con le stelle”, che dal prossimo 19 settembre tornerà a intrattenere il sabato sera del pubblico di Rai1. Un ritorno attesissimo quello dello show danzante di Milly Carlucci che sarebbe dovuto iniziare già la scorsa primavera, ma costretto, a causa dell’emergenza Coronavirus, a posticipare la partenza ai primi di settembre, per poi doverla nuovamente rinviare dopo la scoperta di due casi positivi all’interno del cast: il ballerino Samuel Peron e il concorrente Daniele Scardina.

Pubblicità

«Abbiamo avuto molta paura, da una parte per la nostra salute, dall’altra perché temevamo di non poter ancora tornare a lavorare. Durante il lockdown – racconta Todaro - abbiamo cercato di far compagnia al nostro pubblico attraverso i social, con delle lezioni di ballo online, ma siamo fermi da mesi e, dunque, non vediamo l’ora di poter tornare a ballare».

Quella di quest’anno si preannuncia come un’edizione unica e memorabile, dove danza e misure di sicurezza dovranno andare di pari passo.

«Facciamo almeno due tamponi a settimana. Tutto il cast è costantemente monitorato e questo, oltre a farci stare tranquilli, ci darà anche la possibilità di ballare normalmente in coppia».

La giuria, sebbene con le dovute precauzioni, continuerà a essere presente in studio. Assente, invece, il pubblico.

«Per noi artisti la presenza del pubblico è fondamentale, purtroppo, però, bisogna fare di necessità virtù, ma siamo consapevoli del fatto che tutte le persone che in questi mesi ci hanno dimostrato il loro affetto, ci batteranno le mani da casa».

Tra attori, conduttori, pittori, cantanti e sportivi, il cast di quest’anno promette scintille.

«Sarà una sfida particolarmente stuzzicante e molto competitiva, ma ciò che ci sta più a cuore è riuscire a restituire un po’ di normalità a quanti ci seguiranno».

Raimondo Todaro con Elisa Isoardi

Volto storico della trasmissione, Todaro, ha conquistato la vittoria ben cinque volte ed ha anche avuto il merito di diventare veicolo di messaggi importanti, come quando nel 2014 ha gareggiato e vinto insieme all’atleta paralimpica Giusy Versace o quando nel 2018 ha preso parte alla gara con lo stylist Giovanni Ciacci, dando vita alla prima coppia di tutte le edizioni a livello mondiale composta da due uomini. Quest’anno, invece, ad affiancarlo sarà la conduttrice Elisa Isoardi: «È stata una bella sorpresa. Elisa è molto simpatica e alla mano, oltre che un’ottima allieva». Una coppia inedita e super amata dal pubblico, non solo in pista. A chi, però, sospetta, tra scatti rubati e voci di corridoio, che tra i due stia nascendo qualcosa di più, il ballerino siciliano risponde così: «Ci hanno paparazzati durante i primi giorni di prove. Riconosco il mio fascino da latin lover – chiosa sorridendo – ma se riuscissi a conquistare una donna nel giro di due giorni, sarei davvero un fenomeno».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA