Notizie locali
Pubblicità
Covid, Sala su patente immunità per turisti in Sicilia e Sardegna: «Non verrei lì in vacanza»

Covid-19

Covid, Sala su patente immunità per turisti in Sicilia e Sardegna: «Non verrei lì in vacanza»

Di Redazione

Palermo - Anche dalla Sicilia si levano in alto gli scudi dopo le affermazioni del sindaco di Milano Giuseppe Sala sulla probabile adozione da parte della Sardegna (proposta che piacerebbe anche al governo Musumeci) di una "patente d'immunità" sanitaria per i turisti, provenienti dalla Lombardia, che sceglierebbero per le loro vacanze le due Isole.

Pubblicità

Duro lo scontro tra il primi cittadino milanese e il governatore sardo Chiristian Solinas, a cui fa eco adesso anche la presa di posizione del sindaco di Trapani.

"Qui a Milano di accenti milanesi se ne sentono pochi, noi abbiamo sempre accolto da tutta Italia, da tutto il mondo. In un momento in cui siamo in difficoltà sentirci trattare da untori non è la cosa più bella della vita", ha affermato Sala al Tg La7, a proposito della richiesta di test sierologici da parte della Sicilia e della Sardegna. "Serve - dice - un po' di chiarezza su questa materia, si sta giocando con la nostra piccola possibilità da lombardi di andare a trovare un parente, al mare o in montagna". Innanzitutto, "Bisogna capire se il 3 si può uscire dalla Lombardia, in tal caso ubbidiamo".

«Il passaporto sanitario secondo me è giusto», dice il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida. «Non vogliamo fare elenchi di buoni e cattivi, e ho idee opposte a quelle di Musumeci, ma la salute non ha colore ne' sapore. A noi i turisti servono come il pane, ma è ovvio che, nel momento in cui abbiamo questa condizione, gradiremmo che ci fossero più controlli. Serve uno sforzo in più da parte dello Stato. Non voglio essere polemico, ma se sono stati previsti i voucher per le vacanze, bisognerebbe mettere qualche risorsa in più per fare il tampone a chi parte. Si tratta di provvedimenti che dobbiamo adottare per stare sereni noi da un lato e dare garanzie ai visitatori dall’altro». Il sindaco di Milano Sala, rispondendo a Solinas, ha scritto su facebook: "Io non andrei in vacanza laddove fosse richiesto un test di negatività al virus": "E allora non vada in vacanza, Giuseppe Sala - dice Tranchida -. Ma si rende conto della gravità se il sindaco di Milano fa queste affermazioni? Se non ti vuoi sottoporre al test sanitario per tutelare te stesso, i tuoi familiari, i tuoi amici e i luoghi in cui devi andare... allora te ne stai a casa, caro sindaco di Milano". 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA