Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus, prete positivo a S. Giuseppe Jato: sospese le prime comunioni

Covid-19

Coronavirus, prete positivo a S. Giuseppe Jato: sospese le prime comunioni

Di Redazione

 PALERMO - Un prete della chiesa madre di San Giuseppe Jato (Pa) è risultato positivo al Covid-19 e si trova in casa per la quarantena obbligatoria. E’ asintomatico e in buona salute. La messa nei giorni feriali in chiesa madre è sospesa. Nei giorni festivi e prefestivi viene regolarmente celebrata.

Pubblicità

«Carissimi, buona giornata a tutti voi. In questi giorni come comunità jatina stiamo attraversando un periodo di grossa difficoltà per il focolaio che ha interessato diverse famiglie del nostro paese. - ha scritto il prete - Ci troviamo ad affrontare una difficoltà senza precedenti che merita il rispetto da parte nostra per le persone che hanno contratto il virus e, anche e soprattutto nel nostro paese. Con questo clima di incertezza, con l’assenza del parroco che si trova ricoverato in ospedale, con il sottoscritto, che dovrà continuare il periodo di quarantena obbligatorio con il ripetersi di un secondo tampone, insieme con l’Arcivescovo e in linea anche con il Dpcm del 7 settembre 2020 e con l’ordinanza anche contingibile e urgente numero 21 del 19 settembre 2020 emanata dal nostro sindaco Rosario Agostaro, riteniamo l’opportunità di dover sospendere le celebrazioni delle prime comunioni che si spostano a data da destinarsi in attesa di tempi migliori. Capisco le difficoltà di voi genitori, ma vi chiedo di collaborare e attenervi a quanto stabilito. Vi benedico e vi auguro una santa giornata». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: