Notizie locali
Pubblicità
Sicilia, l'assessore Lagalla: «Nelle scuole niente focolai e pochi contagi»

Covid-19

Sicilia, l'assessore Lagalla: «Nelle scuole niente focolai e pochi contagi»

Di Alfredo Zermo

PALERMO - "Continua a diminuire il numero di alunni positivi e nelle scuole dell’infanzia, elementari e medie non si generano focolai". A dirlo è l’assessore all’Istruzione e alla formazione professionale della Regione siciliana, Roberto Lagalla, commentando gli ultimi dati divulgati dall’Ufficio scolastico regionale. L'incidenza degli studenti attualmente positivi al Covid-19 nelle scuole dell’infanzia, rispetto al totale degli alunni, è dello 0,12 per cento; nelle scuole elementari è dello 0,32 per cento e nelle medie non supera lo 0,47 per cento. I dati, riferiti a 562 scuole siciliane e, quindi, al 96 per cento degli istituti scolastici, mostrano un costante decremento dei valori percentuali. Se, infatti, il 19 novembre l’incidenza di alunni positivi era pari allo 0,46 per cento, l’11 dicembre la stessa scende fino allo 0,32 per cento.

Pubblicità

"Si tratta di un dato incoraggiante considerando che questi istituti scolastici hanno svolto regolare attività didattica in presenza", spiegano dall’assessorato. In particolare, nel confronto più recente tra le ultime due settimane, dal 2 dicembre a oggi, emerge che i positivi nelle scuole dell’infanzia mostrano una riduzione del 34 per cento, mentre il valore nelle elementari e medie scende del 20 per cento.

"La situazione epidemiologica, aggiornata allo scorso 11 dicembre - dice Lagalla -, è decisamente confortante perché segna un graduale e costante miglioramento. Il risultato si legge anche come esito dell’importante lavoro svolto, sin dalla scorsa estate e con continuità fino a oggi, dall’intera comunità scolastica che, con il sostegno delle istituzioni, ha operato nella più rigorosa osservanza delle direttive regionali e nazionali per il contenimento della diffusione virale". 

Per l’assessore "l'attività della task force regionale, voluta dal presidente Musumeci e istituita da questo assessorato, operando in stretta sinergia con l’Ufficio scolastico regionale, ha contribuito a elaborare efficaci misure di contenimento del contagio, tali da garantire reali condizioni di sicurezza dentro le aule scolastiche. A ciò si è aggiunta anche la proficua collaborazione intervenuta tra l’assessorato all’Istruzione e l’assessorato alla Salute, con il quale si continua a lavorare per contenere e monitorare la situazione epidemiologica in ambiente scolastico".

E, infine, degli ultimi giorni, il finanziamento regionale di 18 milioni di euro alle scuole per interventi di edilizia leggera, finalizzati all’ulteriore adeguamento delle aule, affinché possano essere garantite le norme di sicurezza anti-Covid. "Non siamo ancora fuori dalla pandemia, ma i dati ci dicono che si è lavorato nella giusta direzione e ci inducono a essere cautamente ottimisti - conclude Lagalla -, mantenendo alta l’attenzione e promuovendo l’uso corretto e consapevole dei dispositivi di sicurezza. Alle famiglie, quindi, non posso che rinnovare l’invito ad una costante e attenta collaborazione, soprattutto fuori dalle aule e in prossimità delle imminenti festività natalizie".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA