Notizie locali
Pubblicità
Covid, già 1.631 vaccinati in Sicilia: la stragrande maggioranza lavora negli ospedali

Covid-19

Covid, già 1.631 vaccinati in Sicilia: la stragrande maggioranza lavora negli ospedali

Di Redazione

Già 1631 i siciliani vaccinati al primo gennaio. Il dato si evince dal bollettino diffuso dall’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco. Al momento sono state però somministrate solo il 3,5% delle oltre 46 mila dosi assegnate alla Sicilia. Sono stati vaccinati 932 uomini e 699 donne. Gli operatori sanitari vaccinati contro il Covid nei presidi Asp di Palermo sono stati 1.008. L'attività iniziata ieri è proseguita oggi a Villa delle Ginestre, Ospedale Ingrassia, «Cimino» di Termini Imerese, «Dei Bianchi» di Corleone, «Civico» di Partinico e «Madonna dell’Alto» di Petralia Sottana. Nei dati comunicati alla piattaforma nazionale dall’Azienda sanitaria del capoluogo rientra, pure, l’ospedale Giglio di Cefalù. 

Pubblicità

Le fasce d’età hanno visto 2 vaccinati nella fascia tra i 16 e i 19 anni, 230 tra 20 e i 29 anni, 333 tra i 30 e i 39 anni, 347 tra i 40 e i 49 anni, 379 tra i 50 e i 59 anni, 313 tra i 60 e i 69 anni, 18 tra i 70 e i 79 anni, 8 tra gli 80 e gli 89 anni, e un paziente ultranovantenne. Del 1.631 vaccinati, 1.578 sono operatori sanitari 28 non sanitario e 25 ospiti di residenze sanitarie assistite.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA