Notizie locali
Pubblicità
Covid, il bollettino del 28 gennaio: in Sicilia 994 nuovi casi e 37 morti

Covid-19

Covid, il bollettino del 28 gennaio: in Sicilia 994 nuovi casi e 37 morti

Di Redazione

Restano sotto la soglia psicologica dei mille i nuovi casi di covid in Sicilia registrati nelle ultime 24 re. I nuovi contagi sono stati infatti 994 (contro i 996 di ieri). I morti sono stati invece 37 e il totale delle vittime siciliane del virus sale così a quota 3.371. In netto calo i ricoverati nelle terapie intensive.

Pubblicità

Infatti nelle rianimazioni oggi vi sono 215 persone contro le 232 dell’ultima rilevazione. Calano anche i ricoverati complessivi: oggi sono 1.620 mentre ieri erano 1.653. Boom anche di guariti, ben 1.811 e così il numero delle persone attualmente positive torna sotto quota 47 mila: oggi sono infatti 46.176 (44.556 dei quali in isolamento domiciliare). I tamponi processati sono stati 22.761 e dunque il tasso di positività è del 4,36% (in salite rispetto al 3,4% del bollettino di ieri)

Nelle province siciliane la situazione è questa:

Catania: 37.625 casi complessivi dall'inizio della pandemia (211 nuovi casi)
Palermo: 36.489 (290)
Messina: 17.597 (157)
Trapani: 9.504 (98)
Siracusa: 9.154 (95)
Ragusa: 7.875 (14)
Caltanissetta: 6.047 (54)
Agrigento: 5.206 (49)
Enna: 4.100 (26)

IN ITALIA. Sono 14.372 i test positivi al coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 492. Ieri i positivi erano stati 15.204 e i morti 467. I test processati sono stati 275.179 (ieri erano stati 293.770) e dunque tasso di positività è del 5,2%% (ieri era del 5,17%). I ricoveri in terapia intensiva per il Covid-19 sono in calo di 64 unità nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri, secondo i dati del ministero della Salute. Gli ingressi giornalieri sono 102. In totale in rianimazione ci sono 2.288 persone. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 20.778 pazienti, in calo di 383 unità rispetto a ieri.

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 28 GENNAIO

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA