Notizie locali
Pubblicità
Ansia da Covid, i consigli della psicologa per non farsi prendere dal panico

Covid-19

Ansia da Covid, i consigli della psicologa per non farsi prendere dal panico

Di Enza Barbagallo

È una giovane promessa della psicologia, si chiama Emilia Neri 24 anni, catanese, abita ad Aci Castello ed è laureata in psicologia clinica . Ha ottenuto 110 e lode sia alla triennale conseguita nell’ateneo catanese, sia alla specialistica conseguita a Padova con la tesi-ricerca: “Clinico-dinamica”.

Pubblicità

Emilia durante il primo lockdown è rimasta in Veneto per evitare di portare contagi alla sua famiglia. Ora interviene con alcune riflessioni sull’atmosfera che si respira in questa fase della pandemia , su quanti non seguono le regole e assumono comportamenti irresponsabili come i negazionisti. Perché negano l’esistenza del virus? «Il Covid è una minaccia alla nostra salute fisica e anche psicologica - ha spiegato - chi nega il virus lo fa per non affrontare una realtà destabilizzante che crea sconforto, perdita di controllo, ansia, crolli di certezze immutabili e per questo ricerca un colpevole diverso dal virus e parlano di complotti». Quali comportamenti assumere in attesa dell’unico futuro che ci darà serenità: la vaccinazione.

«La frase iconica “Andrà tutto bene” ci ha incoraggiato. Ma per affrontare questo conto alla rovescia occorre non farsi prendere dal panico. L’ideale è seguire una routine, stilando una lista di tutto ciò che ogni giorno si debba fare dal punto di vista domestico, personale e professionale e poi rispettare le regole, per se stessi e per gli altri».

Cosa ci aspetta dopo la pandemia?

«Condivido l’opinione di Galimberti filosofo, psicoanalista e accademico italiano quando dice che “cercheremo di tornare alla vita di prima, anche se questo non sarà possibile in tempi brevi, ma ci vorrà un po di tempo”». Ne usciremo migliori? «Dipende da cosa saremo capaci di trarre da questa esperienza. Dovremo lavorare molto, riflettere per migliorare noi stessi e la capacità di riadattamento alla nostra normalità che non sarà più normale».

Lo psicologo può aiutare?

«Il supporto psicologico si è rivelato fondamentale, per gli operatori sanitari e per quanti hanno richiesto aiuto. Lo psicologo può aiutare ad analizzare le esperienze personali che si accompagnano al Covid, a gestire i vissuti emozionali a esso associati e riportare il benessere attraverso strategie mirate».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: