Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Vaccini Astrazeneca, Razza: «Settemila siciliani hanno disdetto prenotazioni»

Di Redazione

CALTANISSETTA - «Settemila cittadini hanno cancellato la loro prenotazione». Lo ha detto l’assessore Ruggero Razza intervenuto all’inaugurazione dell’hub vaccinale del Cefpas di Caltanissetta dopo il sequestro precauzionale del lotto di AstraZeneca. "La vaccinazione è fondamentale per il ritorno ad una normalità. Abbiamo realizzato un hub in ognuna delle province. Ringrazio la protezione civile per il lavoro prezioso che sta facendo. Completeremo mercoledì mattina con l’ultima inaugurazione a Trapani. - ha aggiunto -. Nella strategia della Regione c'è la messa in opera di nuovi hub vaccinali e il coinvolgimento dei medici di medicina generale. Tutto questo si verifica in un momento difficile». "La giornata di ieri è stata caratterizzata dalla sospensione di un lotto del vaccino Astrazeneca. Una delle dosi è stata somministrata al viceprefetto vicario della provincia. Noi non possiamo permetterci in questa fase di fare passare il messaggio sbagliato che il vaccino possa determinare una condizione di criticità. Proprio perché non c'è alcuna evidenza scientifica che vada in questa direzione". "A fronte delle 7 mila cancellazioni va però anche detto che ci sono state 117mila conferme, il segnale che i cittadini credono nella campagna di vaccinazione».

Pubblicità

«Per i settantenni con particolari fragilità che non possono fare il vaccino Astrazeneca attendiamo per esempio quello che Aifa dirà su Jhonson&Jhonson. Per particolari patologie il vaccino Astrazeneca non è stato consigliato ed è stato consigliato quello di Pfizer e Moderna al momento, quindi, la mia risposta è legata non all’ordine di priorità ma alla quantità di vaccini per questi soggetti che verrà messa a disposizione. Per quanto riguarda coloro che si sono prenotati con Astrazeneca, pur non potendo farlo è un problema che va risolto individualmente», ha aggiunto l'assessore.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: