Notizie locali

Covid-19

Vaccini, a Trapani apre (con polemica politica) l'ottavo hub regionale

Di Redazione

TRAPANI  - Apre domani, alle 10.30, il Centro vaccinale di Trapani allestito al "Centro Polifunzionale per l’integrazione degli immigrati" in via Salemi, in Contrada Cipponeri, che darà il via alla campagna vaccinale anti-Covid nella provincia di Trapani. Per l’occasione saranno presenti il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. Si tratta dell’ottavo Hub vaccinale siciliano (dopo Agrigento, Ragusa, Palermo, Catania, Siracusa, Messina e Caltanissetta), messo in piedi grazie all’accordo stipulato tra Asp e Comune di Trapani, proprietario dell’immobile. La struttura, i cui locali sono stati adeguati dalla Protezione civile regionale, prevede al suo interno 20 postazioni che possono operare contemporaneamente.

Pubblicità

Ma l'inaugurazione, ancora prima di avvenire, è già condita da polemiche: «Con non poco stupore apprendiamo dalla stampa che domani il presidente della Regione, immaginiamo con il seguito politico che l’accompagna, sarà ospite della nostra struttura - ha detto il sindaco di Trapani, Giancomo Tranchida -. Per la verità aspettavamo e con ansia i vaccini, in modo tale da accelerare ed estendere a tutta la popolazione sicuri anticorpi contro la malattia del secolo. Di secolare sapore registriamo, invece, passerelle politiche sulla salute, augurandoci almeno che non siano causa di ulteriori focolai».

Da oltre un mese il primo cittadino ha messo a disposizione del Sistema sanitario regionale la struttura comunale polifunzionale in via Salemi, già sede Sprar. «Senza indugio e con l’intento di offrire al territorio provinciale tutto ulteriori strutture per agevolare la logistica in vista della campagna di vaccinazione contro il Covid» sia l'assessore comunale alle Politiche sociali che il sindaco Tranchida hanno stimolato l’Asp e la Regione a «fare presto». Stamani è stato firmato il contratto di comodato, mentre nelle scorse settimane l'adeguamento funzionale dei locali da parte della Protezione civile regionale.

immediata la risposta dalla Regione, con l’assessore alle Attività produttive della Regione Siciliana, Mimmo Turano che ha così replicato: «A volte sono le polemiche gratuite a trasformarsi in passerelle e, onestamente, in questo momento delicato dovremmo farne tutti a meno, a cominciare da chi riveste ruoli istituzionali».

«Ho trovato fuori luogo e ingiuste - ha detto ancora - le parole riservate dal sindaco Tranchida al presidente della Regione che da mesi è in prima linea come tanti altri nella battaglia contro il Covid. A Giacomo Tranchida dico con franchezza che questa polemica è davvero sterile, se non dannosa e strumentale. Non se ne sentiva il bisogno, ciò che serve invece è un maggiore sforzo di unità tra le istituzioni che è il presupposto per un impegno efficace». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA