Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Covid, a Palermo parchi e ville pieni di gente: scattano nuove restrizioni

Di Redazione

PALERMO - C'è un video che sta provocando indignazione nella Palermo in zona rossa. E’ bastato che ieri l'amministrazione desse il via libera all’apertura delle ville che tantissimi giovani, molti senza mascherina, si riversassero nella zona della Favorita e nella villa di Case Rocca in viale del Fante. Alla Favorita in particolare così come attesta un video pubblicato sui social, centinaia di ragazzi, per lo più adolescenti tra i 14 e 18 anni, si sono riuniti nell’area fitness e giochi del parco violando le regole anti assembramento previste per contenere il contagio. L’amministrazione ha fatto un parziale marcia indietro imponendo il divieto di stazionamento in alcune zone di Palermo e questa mattina sono scattati i controlli sul lungomare di Mondello, nel parco della Favorita e una pattuglia della polizia municipale ha bloccato l’ingresso alla borgata di Mondello.

Pubblicità

L’amministrazione ha stabilito che da oggi al 2 maggio torna il divieto di stazionamento su tutto il litorale cittadino, da Sferracavallo ad Acqua dei corsari, all’interno del parco della Favorita e sul prato del Foro Italico; e poi dalla Cala a villa Giulia. L’ordinanza è stata firmata dal sindaco Leoluca Orlando. La possibilità di accesso agli esercizi commerciali aperti resta consentita nel rispetto delle norme anticovid e del divieto di assembramento. Oggi, nonostante lo sciopero proclamato dai sindacati del commercio, alcuni supermercati erano aperti. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA