Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Catania, da oggi negli hub vaccini over 50: ma solo a chi ha patologie. Ecco i codici di esenzione ammessi

Di Giuseppe Bonaccorsi

Over 50. Si comincia. A partire da questa mattina in tutti i centri vaccinali della provincia prenderà il via la vaccinazione della fascia di età compresa tra 50 e 59 anni, ma, al momento, solo di coloro che sono affetti da comorbilità. I cittadini che possono certificare di soffrire di determinate patologie potranno recarsi direttamente, senza prenotazione nei centri dove verranno sottoposti a una anamnesi e poi vaccinati con Pfizer e Moderna. Le patologie per le quali è possibile aderire alla prima fase sono: malattie respiratorie; malattie cardiocircolatorie; neurologiche; diabete/altre endocrinopatie; HIV; insufficienza renale/patologia renale; ipertensione arteriosa; malattie autoimmuni/immunodeficienze primitive; malattia epatica; malattie cerebrovascolari, patologia oncologica.

Pubblicità

Per approfondire leggi anche: ECCO I CODICI DI ESENZIONE AMMESSI

Per accedere alla vaccinazione basterà esibire un certificato rilasciato dallo specialista o dal medico di medicina generale che attesti lo stato di salute dell’utente secondo le patologie previste.

Resta confermato per le altre categorie: over 60, over 80 e pazienti ad elevata fragilità la possibilità di continuare a vaccinarsi nei centri senza alcuna prenotazione.

Per il resto della popolazione compresa tra 50 e 59 anni, non affetta da patologie si sono aperte ieri sera alle 20 le prenotazioni sulla piattaforma di Poste italiane, per avere inoculato il vaccino di AstraZeneca.

Intanto ci si muove anche per strada, alla ricerca dei senza fissa dimora da sottoporre a vaccinazione «Indigenti e senzatetto, che costituiscono un segmento importante del nostro tessuto sociale ma spesso privato dei diritti minimi, al limite della dignità umana - ha detto il commissario Liberti- grazie a un'azione concertata tra le istituzioni, avranno la possibilità di vaccinarsi».

Torna anche la vaccinazione del personale scolastico e universitario. Obiettivo: immunizzare docenti e non docenti e assicurare il normale svolgimento delle lezioni. Si punta ad un ritorno, nel breve termine, alle lezioni in presenza. La nuova campagna prenderà il via non appena saranno operativi i 4 nuovi hub: Acireale, Caltagirone, Battiati e Misterbianco. «Fidatevi della scienza - ricorda il commissario, Pino Liberti - i vaccini sono tutti sicuri e sono l'unica arma contro il Covid. Peraltro la percentuale di eventi avversi è assolutamente trascurabile: lo 0,0004 per cento. Il dato del rischio trombosi della pillola anticoncezionale è tra lo 0.05 e lo 0.12, quello del fumo dello 0,18, l'infezione da Covid del 16,5 per cento. Dobbiamo vaccinarci tutti - conclude Liberti - e prima possibile».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA