Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Attentato incendiario a Vittoria: bruciati automezzi a imprenditore

In fiamme due auto e un camion nell'azienda agricola di proprietà di Luigi Marchese che è da poco è stato eletto presidente cittadino di Confcommercio. A giugno subì una rapina
Di Redazione

VITTORIA - Attentato incendiario, la notte scorsa, a Vittoria contro l'azienda agricola di proprietà di Luigi Marchese che è da poco è stato eletto presidente cittadino di Confcommercio. I malviventi si sono introdotti nella sua azienda scavalcando una recinzione ed hanno appiccato il fuoco a due auto e ad un camion Iveco, che erano parcheggiati nel piazzale. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco. Le indagini sono condotte dalla Polizia.     Marchese il 9 giugno scorso rimase ferito nel corso di una rapina che si verificò nella sua abitazione fuori città. Il rapinatore solitario puntò la pistola al viso della figlia e l'imprenditore reagì affrontando il malvivente. Secondo Marchese i due episodi non sono collegati. «Non so cosa sia accaduto e perché qualcuno ha voluto appiccare il fuoco. Penso, però, che la rapina sia un episodio isolato. Oggi sto bene ho ancora dei problemi al braccio, ma posso dire che è andata bene».     «Qualche giorno fa si era guastato l'impianto di videosorveglianza - dice - Credo che l'incendio sia collegato. Probabilmente qualcuno ha staccato dei fili. Ieri eravamo riusciti a ripristinare la telecamera nei pressi dell'abitazione, non quelle dell'azienda».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: