Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Nivarra alla Regionali del 2012 era stato designato assessore da Fava

Di Redazione

"Non lo vedo da cinque anni, ma devo dire che sono davvero sorpreso da questo arresto. Era un docente insospettabile...". Lo ha detto all’Adnkronos Claudio Fava, vicepresidente della Commissione nazionale antimafia, commentando l'arresto del professor Luca Nivarra, docente di diritto privato, finito ai domiciliari per peculato e falso.

Pubblicità

Nivarra era stato indicato nel 2012 da Claudio Fava, anche allora candidato alla Presidenza della Regione siciliana, come assessore regionale al Territorio e Ambiente e ai Beni comuni.

"Era un giurista eccellente - dice ancora Fava - Non lo sento e non lo vedo da allora, mi sembrerebbe superficiale e ingeneroso un commento. Ma sono sorpreso perché uno stimato docente. Nessuno poteva immaginare un arresto per peculato e falso".

Dalle indagini della Guardia di Finanza, è emerso che il docente e l'avvocato Fabrizio Morabito, in relazione al loro incarico di amministratori giudiziari dei beni facenti parte di una eredità, e, quindi, pubblici ufficiali, si sarebbero appropriati di consistenti somme di denaro derivanti dagli incassi dei canoni di locazione degli immobili dell’amministrazione provvisoria, di cui avevano la disponibilità.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: