Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Catania, botte alla convivente, arrestato

Di Redazione

Un uomo di 27 anni, Michele Musumeci, è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Catania dopo che al culmine dell'ennesima discussione per motivi di gelosia ha aggredito la convivente procurandole ferite nel viso e in un braccio dopo aver devastato l'appartamento e danneggiato la porta d'ingresso.

Pubblicità

La donna è stata medicata in ospedale e dichiarata guaribile in cinque giorni. Musumeci, accusato di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali, è stato posto ai domiciliari in attesa del processo per direttissima.

L'aggressione è avvenuta ieri mattina, ma è stata resa nota solamente stamane. A chiamare la polizia è stata la stessa vittima, che non aveva finora denunciato le violenze per lo stato di paura e soggezione psicologica nel quale sarebbe stata costretta a vivere, trovata dagli agenti in lacrime ed in preda ad un forte stato d'ansia.

Dopo che sono intervenuti i poliziotti, che hanno condotto l'uomo in ufficio, la donna ha raccontato di aver subito violenze psicologiche e fisiche e atti persecutori dall'inizio della relazione con l'uomo, che si sarebbe dimostrato molto aggressivo, minacciandola in più circostanze. In diverse occasioni inoltre Musumeci non avrebbe esitato a picchiare la donna.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: