Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Migranti, riprendono gli sbarchi: raffica di arrivi in Sicilia, 403 a Catania

Di Redazione

ROMA  - Riprendono le partenze massicce dall’Africa dopo un periodo di pausa. Negli ultimi tre giorni sono stati soccorsi circa 1.400 migranti nel Canale di Sicilia e ieri sono stati recuperati anche 11 cadaveri.  I dati del Viminale, non ancora aggiornati con gli ultimi arrivi, indicano finora 7.814 persone sbarcate nel 2018, il 79% in meno rispetto alle 36.871 giunte nello stesso periodo del 2017. Ed aprile ha fatto registrare il segno meno per il decimo mese consecutivo.

Pubblicità

Negli ultimi giorni c'è però stata un’impennata delle traversate, in grande prevalenza dalle coste libiche. Attivi negli interventi di soccorso nel Mediterraneo assetti navali italiani, della missione europea Eunavformed, la Marina libica e le ong. 

E si susseguono gli arrivi di migranti in Sicilia.  Al porto di Messina è giunta la nave della Ong tedesca Sea Watch con a bordo 94 persone tratte in salvo nei giorni scorsi al largo delle coste africane. Tra i migranti anche coloro che si erano buttati in mare dai gommoni urlando "No Libia", quando hanno visto sopraggiungere una motovedetta libica. Mentre, al porto di Catania è giunta la nave tedesca Sacshen con a bordo 403 migranti. Ieri, al porto di Trapani era arrivata la nave di Sos Mediterranee e Msf con 537 migranti.

Intanto, la Corte di Cassazione ha confermato il sequestro della nave Iuventa, respingendo il ricorso dei legali della ong tedesca Jugend Rettet proprietaria dell’imbarcazione ferma nel porto di Trapani dall’agosto 2017. La ong tedesca, secondo i giudici, avrebbe favorito l’immigrazione clandestina in collusione con gli scafisti. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA