home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Delitto Petrolito, sequestrato un milione a Paolo Cugno, reo confesso dell'omicidio

La Guardia di Finanza ha messo i sigilli ai beni mobili, immobili e conti correnti del 27enne che ha ucciso nel marzo scorso a Canicattini Bagni la compagna. Il sequestro serve a tutelare le vittime da risarcire

Delitto Petrolito, sequestrato un milione a Paolo Cugno, reo confesso dell'omicidio

La Guardia di Finanza di Siracusa ha sequestrato beni per un milione di euro a Paolo Cugno, l’uomo di 27 anni che ha confessato di essere l’autore dell’omicidio con sedici coltellate della compagna Laura Petrolito di 20 anni di Canicattini Bagni.

Gli accertamenti eseguiti dalla Compagnia di Siracusa, su delega della Procura di Siracusa, hanno permesso di individuare e ricostruire il patrimonio dell’indagato, che si trova tuttora in carcere per omicidio. L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore della Repubblica, Francesco Paolo Giordano ed è stata condotta dal sostituto procuratore Marco Dragonetti. Il provvedimento di sequestro conservativo è stato invece firmato dal gip del Tribunale Andrea Migneco. Sotto sigilli beni mobili, immobili e conti correnti per un valore complessivo di un milione di euro.

Il sequestro mira a tutelare i beni a garanzia del risarcimento agli orfani al fine di prevenire ogni condotta illecita che possa danneggiare i figli delle vittime.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa