home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Stato-mafia, Mori: «Soltanto un folle poteva organizzare un simile affare»

Il generale condannato a 12 anni si difende in tv: «Fossi stato io non dovrei andare in carcere ma in una clinica neuro-psichiatrica»

Sentenza Stato-Mafia, il gen. Mori: «Non sono traditore dello Stato»

PALERMO - «Se fossi stato io sarei un folle ad aver organizzato un affare simile, non dovrei andare in carcere ma in una clinica neuro-psichiatrica». Lo ha detto il generale Mario Mori durante il "Faccia a Faccia" di Giovanni Minoli in onda su La7, commentando la sentenza della Corte d’assise di Palermo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia che lo ha condannato a 12 anni di reclusione. «Sono le stesse carte, le stesse vicende e gli stessi testimoni del processo di favoreggiamento a Provenzano in cui sono stato assolto - ha aggiunto -. Mi sono innervosito e poi ho deciso di continuare a difendermi. Penso che sia un processo che ormai è debordato dal campo penale per entrare in quello che è storico-ideologico. Qui si fa l’analisi di un periodo storico più che esaminare le colpe di qualche imputato».

Sempre ospite di Minoli, Mori ha anche detto che «Falcone aveva un’intelligenza lucidissima e aveva una precisa comprensione della cultura mafiosa. Borsellino aveva una grande umanità e un’eccellente preparazione». «L'inchiesta mafia appalti politici - ha aggiunto - iniziò con Falcone prima della sua morte. Il giudice ci chiese nel gennaio del '92 di depositare l’informativa sulle nostre indagine. Così fu fatto. Poi per 4 mesi la Procura rimase nel silenzio. Era un’informativa sul condizionamento degli appalti su tre gruppi di potere: Cosa nostra, imprenditoria e politica. Dopo alcuni mesi furono emessi 5 provvedimenti di custodia su 44 posizioni esaminate».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa