Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Cesarò, un arsenale nascosto in una cavità di un muro a secco

Di Redazione

Nascondevano un arsenale nella propria masseria. In manette da parte dei carabinieri sono finiti due allevatori pregiudicati di Tortorici. Le armi sono state scoperte dai militari della Compagnia di Nicosia e dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia” nell’area del parco dei Nebrodi tra i comuni di Cesarò e Cerami.

Pubblicità

In manette sono finiti il 34enne Leonardo Galati Rando e il 35enne Aurelio Galati Rando, accusati in concorso di ricettazione e detenzione illegale di arma e munizionamento.

In particolare nel corso della perquisizione operata presso un fabbricato rurale di loro proprietà ubicato in contrada Monte acuto agro del comune di Cesarò sono stati trovati, occultati in una cavità di un muro a secco perimetrale al fabbricato tre fucili realizzati artigianalmente cal. 22; un fucile da caccia cal. 16; centinaia di cartucce di vario calibro per fucile a palla singola e spezzata.

I due allevatori sono stati rinchiusi nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA