home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

S. Cataldo, mafiosi e “colletti bianchi” si spartivano gli appalti del Comune: 16 arresti

La retata della Guardia di Finanza e dei carabinieri: la mani di Cosa nostra nel settore dei rifiuti e dell'edilizia

Mafiosi e “colletti bianchi” si spartivano gli appalti del Comune: 16 arresti

Avrebbe condizionato gli appalti pubblici nel settore dei rifiuti e dell’edilizia. A conclusione di complesse indagini nei settori del contrasto alla criminalità organizzata e reati contro la Pubblica amministrazione, coordinate dalla Dda di Caltanissetta, pattuglie del nucleo Pef della Guardia di finanza e carabinieri stanno eseguendo un’ordinanza di misure cautelari personali nei confronti di 16 persone.

I provvedimenti sono stati emessi dal gip di Caltanissetta. Le indagini hanno permesso di far luce, spiegano gli investigatori, su un comitato d’affari composto da appartenenti a Cosa nostra di San Cataldo (Caltanissetta), funzionari comunali e imprenditori, che avrebbe condizionato gli appalti pubblici gestiti dal Comune nei settori dei rifiuti e dell’edilizia. I particolari dell’operazione saranno illustrati durante una conferenza stampa convocata alle 10.30 in Procura a Caltanissetta.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa