home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Migranti a Pozzallo, sulle navi calvario-caldo. Il Viminale autorizza lo sbarco di mamme e bambini

Appelli dal sindaco Ammatuna e da Save the Children, ma finora a nessuna delle due imbarcazioni è stato ancora assegnato dal Viminale il "Pos", il porto sicuro per lo sbarco

Migranti al largo di Pozzallo, il caldo aggrava la situazione. Salvini autorizza sbarco di mamme e bambini

POZZALLO - «C'è preoccupazione per l'incertezza sui migranti a bordo delle navi in rada nelle acque di Pozzallo ed anche la nostra consolidata capacità organizzativa è messa a dura prova». Il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna non nasconde i suoi timori circa la situazione che si è creata a Pozzallo a bordo delle navi di Guardia di Finanza  Frontex che hanno accolto a bordo i 450 migranti che si trovano sulla nave Diciotti.

«Nella veste di medico ho richiesto e ricevuto conferma per una maggiore disponibilità di accoglienza presso il nosocomio di Modica - ha spiegato Ammatuna - perché è facile prevedere come il protrarsi di questa situazione, con il caldo afoso, possa aggravare le condizioni sanitarie dei migranti a bordo che bisogna affrontare per tempo e nei modi giusti».

Save the Children si associa alla richiesta del sindaco Roberto Ammatuna e chiede lo sbarco immediato delle persone a bordo delle due navi che ha giorni stazionano al largo di Pozzallo. L’associazione chiede che ci sia priorità ai bambini e alle persone vulnerabili che sono provati da un lungo viaggio e dal dolore.

Gli appelli non sono passati inosservati tanto che il ministro dell'Interno Matteso Salvini in un incontro con la stampa italiana all’ambasciata italiana a Mosca ha detto che dalle navi in rada nelle acque di Pozzallo «nelle prossime ore faremo scendere 16 mamme e 11 bambini».

Intanto a nessuna delle due navi è stato ancora assegnato dal Viminale il "Pos", il porto sicuro per lo sbarco. Cosa che avverrà, sottolineano fonti del ministero, solo quando anche gli altri paesi europei con i quali Conte è stato in contatto nel corso della giornata, avranno dato il loro via libera ad accogliere la propria parte di migranti. Finora sia Malta sia la Francia, ha annunciato il premier Giuseppe Conte, hanno promesso di prendere ciascuno 50 migranti. E «a breve» arriveranno anche le adesioni di altri paesi.

La situazione, allo stato, è ancora in evoluzione. 8 persone - tutte donne e bambini, cinque delle quali bisognose di cure - sono state trasferite a Lampedusa e poi all’ospedale Civico di Palermo, 266 migranti sono a bordo di nave "Monte Sperone" della Gdf e altri 176 sono sul pattugliatore 'Protector' del dispositivo Frontex. Una donna disidratata e i suoi neonati sono stati portati a terra e curati, mentre il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna ha organizzato l’invio di cibo e acqua. Ma il caldo ora sta complciando terribilmente le cose a bordo delle due navi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa