home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Falegname ucciso a Partinico,
il movente sarebbe passionale

In stato di fermo Leonardo Celestre, il barbiere di 51 anni presunto omicida: lui continua a negare, ma più indizi lo inchioderebbero e intanto la moglie ha ammesso la relazione con la vittima - Nicola Bifara di 46 anni - scoperta da poco dal marito

Falegname ucciso a Partinico,il movente sarebbe passionale

PALERMO - L’assassinio di Nicola Bifara, falegname, 46 anni, di Partinico (Palermo) sarebbe avvenuto per gelosia. Alle 23, ieri, durante l’ennesimo lungo interrogatorio da parte del commissario Carlo Nicotri e del pm Claudio Camilleri, il presunto omicida Leonardo Celestre di 51 anni ha continuato a negare. L’uomo, un barbiere, è in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi e porto illegale di arma. Per gli inquirenti è lui che ha ucciso il falegname con cinque colpi di pistola ieri mattina a Partinico in un vicolo della strada provinciale 2 in contrada Margi Sottana.

Sul presunto assassino ci sono diversi indizi a cominciare dalla testimonianza di una persona che si trovava nel luogo del delitto quando è avvenuto. Sarebbe un collega della vittima che ha visto tutto e accusa Celestre senza esitazione. In casa dell’indagato è stata trovata una pistola compatibile con quella usata e il movente passionale è confermato anche dalla moglie che ha ammesso la relazione con la vittima scoperta da poco dal marito.

Ora saranno gli esami balistici sull'arma, il risultato del tampone per i residui di polvere da sparo sulle mani del sospettato e l’esame delle celle agganciate dal suo cellulare a completare il quadro indiziario.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa