home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Mafia, lido Sun Sea Beach di Avola
"interdetto" da Prefettura Siracusa

Ma i titolari dello stabilimento balneare, entrambi incensurati, non ci stanno: tramite il loro legale hanno già preannunciato ricorso al Tar

Mafia, lido Sun Sea Beach di Avola "interdetto" da Prefettura Siracusa

SIRACUSA - Interdittiva antimafia della Prefettura di Siracusa per il lido Sun Sea Beach di Avola, nel Siracusano. L’attività è gestita dalla moglie di Rosario Crapula, figlio di Michele Crapula, accusato di mafia. I titolari del lido, tramite il loro legale Antonino Campisi, hanno già preannunciato ricorso al Tar. Entrambi sono incensurati ed hanno ottenuto tutte le autorizzazioni al termine di un iter durato diversi anni.

Il prefetto Giuseppe Castaldo, nelle scorse settimane, aveva firmato un'interdittiva anche per una società e una ditta individuale, che si occupano di un’esercizio commerciale per la vendita di fiori e di un’impresa funebre, della figlia di Crapula

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP