home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Salvini indagato: «Beh, in passato toccava invece a ministri ladri...»

Il titolare del Viminale in merito all'inchiesta della Procura di Agrigento sulla vicenda della Diciotti: «Non vedo l'ora di essere sentito, spiegherò le ragioni mie e della sicurezza del popolo italiano»

Migranti sbarcano a Lampedusa, Salvini: «Li rimanderemo a casa»

Matteo Salvini

«Non vedo l’ora di andare a spiegare le ragioni mie e della sicurezza del popolo italiano». Così oggi a Venezia il ministro degli Interni, Matteo Salvini, in merito all'inchiesta della Procura di Agrigento sulla vicenda della Diciotti.

«Alcuni ministri erano indagati perché avevano rubato - ha osservato il titolare del Viminale -, io sono indagato perché ho difeso i confini e la sicurezza del mio Paese. E’ un mondo strano. Io sono così tranquillo che sono pronto a confrontarmi con tutto e con tutti».

«Possono indagarmi per quello che vogliono - ha concluso Salvini -, io tiro dritto come un treno. L’unico aspetto che mi turba è che devo spiegare ai miei due figli che papà non è un sequestratore. Ecco, l’unica difficoltà è questa: poi gli italiani hanno già capito».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP