home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sbarco di 70 migranti a Lampedusa, fermati i quattro presunti scafisti

Si tratta di tunisini: due avrebbero condotto la barca in legno, uno fungeva da motorista e l'altro manteneva l'ordine a bordo con un coltello

Sbarco di 70 migranti a Lampedusa, fermati i quattro presunti scafisti

Quattro tunisini sono stati fermati ieri sera dalla Polizia di Stato ad Agrigento, che ha dato esecuzione a un decreto della Procura di Agrigento. Si tratta di Monji Jribi, 44 anni; Najeh Nasri, 37 anni; Salim Haji Breik, 23 anni; e Mohamed Gdiri, 25 anni, tutti ritenuti responsabili di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Le indagini, coordinate dal procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, sono state condotte dalla Squadra mobile della città dei templi in collaborazione con i colleghi di Trapani, su delega del sostituto procuratore Cecilia Baravelli. I quattro sono accusati di aver condotto, in concorso con altre persone ancora ignote, un’imbarcazione in legno con circa 70 migranti partita dalla Tunisia e giunta a Lampedusa il 13 settembre.

In particolare, secondo gli investigatori Jribi e Nasri sarebbero stati i piloti del natante, Haji Breik il motorista e Gdiri, armato di coltello, si sarebbe occupato di mantenere l’ordine a bordo. Le indagini, disposte dalla Procura di Agrigento, sono state avviate a Lampedusa nell’immediatezza dello sbarco e sono proseguite all’hotspot di Trapani, dove i migranti erano stati nel frattempo trasferiti. Dopo le formalità di rito, i fermati sono stati condotti in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa