home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Messina, l'indagine "Terzo livello": 19 gli indagati, molti "eccellenti"

La Procura ha notificato l'avviso di chiusura indagini sul presunto comitato d’affari tra professionisti, politici ed esponenti della criminalità

Messina, l'indagine "Terzo livello":  19 gli indagati, molti "eccellenti"

MESSINA - La Procura di Messina ha notificato un avviso di chiusura indagini per 19 persone indagate nell'operazione della Dia denominata «Terzo livello», con la scoperta di un comitato d’affari tra professionisti, politici ed esponenti della criminalità, accusati a vario titolo di associazione a delinquere, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, induzione indebita, corruzione, accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, intestazione fittizia di beni.

Tra gli indagati l’ex presidente del consiglio comunale Emilia Barrile, attualmente agli arresti domiciliari; l'imprenditore Sergio Bommarito, i manager Leonardo Termini e Daniele De Almagro, l’ex dirigente comunale di Milazzo Francesco Clemente, il costruttore mamertino Vincenzo Pergolizzi, insieme alle figlie Teresa, Stefania e Sonia. Indagati anche Angelo e Giuseppe Pernicone, già coinvolti nell'inchiesta Matassa, Michele Adige, Marco Ardizzone, Elio Cordaro, Angela Costa, Tony Fiorino, Giovanni Luciano, Vincenza Merlino e Carmelo Pullia.

In base alle indagini, Barrile interveniva con metodicità presso i competenti uffici comunali o le aziende partecipate perché alcune istanze avanzate da imprenditori venissero portate a buon fine, finalizzando tale condotta ad acquisire consenso anche in prospettiva elettorale.  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa