home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Continuano a muoversi le faglie in mare, nuovo terremoto tra Sicilia e Calabria

Il sisma ha avuto ipocentro a 11 km di profondità ed epicentro 12 km da Palmi (Reggio Calabria) e 25 da Messina. Non si registrano danni a persone o cose. 

Continuano a muoversi le faglie in mare, nuovo terremoto tra Sicilia e Calabria

ROMA - Una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 3:23 al largo della costa sudoccidentale della Calabria.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 11 km di profondità ed epicentro 12 km da Palmi (Reggio Calabria) e 25 da Messina. Non si registrano danni a persone o cose. 

E' da diversi giorni che continua a tremare la zona tra Sicilia e Calabria. Pochi giorni fa una scossa si è registrata al largo elle Eolie, mentre una settimana addietro un vero e proprio sciame sismico ha interessato il mare tra le due regioni e la zona dell'Etna. 

All'origine di tutti questi terremoti ci sarebbe il graduale sprofondamento dell'antico oceano Tetide sotto il Mar Tirreno. Il suo ultimo frammento, che sopravvive nel Mar Ionio, si piega sotto la Calabria e sprofonda nel mantello, sotto il Mar Tirreno, dando luogo a un'attività sismica particolarmente profonda. Lungo queste strutture, infatti, risale materiale del mantello che formava il basamento dell'oceano mesozoico da una profondità di circa 15-20 km.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa