Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Valverde, fatture false da fornitori: sequestrati 800.000 euro a impresa

Di Redazione

CATANIA - Somme di denaro e disponibilità finanziarie per oltre 800 mila euro sono state sequestrate, su disposizione della Procura di Catania, dalla Guardia di Finanza ad una impresa di commercio al dettaglio di apparecchiature di telecomunicazioni e telefonia con sede a Valverde, la «Future Times Multimedia s.r.l.», il cui rappresentante, Sebastiano Daniele Cosi, di 41 anni, è indagato per utilizzo di fatture false. I militari hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale etneo.

Pubblicità

Secondo quanto accertato, Coci per evadere le imposte avrebbe creato ad arte documenti contabili passivi «autoproducendosi» le fatture d’acquisto così da ridurre drasticamente e in modo illecito gli utili finali dell’impresa. Gli anni d’imposta interessati vanno dal 2012 al 2104. Sarebbero state inserite nella contabilità fatture per operazioni inesistenti pari a oltre 1 milione e 300 mila euro a fronte delle quali il profitto realizzato, pari alle imposte evase, sarebbe stato di 808.000 euro.

Le indagini hanno tratto origine dagli esiti di una verifica fiscale eseguita nei confronti della ditta alla fine del 2016. Le Fiamme Gialle hanno scoperto la falsità di diverse fatture emesse da fornitori cinesi che, oltre a presentare tutte il medesimo format, erano caratterizzate dall'indicazione che il relativo pagamento era avvenuto esclusivamente per contanti. L'indagato, inoltre, al solo scopo di pareggiare in contabilità le giacenze finali della merce relativa agli acquisti fittizi con quelle realmente presenti in magazzino, avrebbe, alla fine dell’anno, perfezionato l’illecito circuito con false vendite «a stock» caratterizzate da sconti addirittura pari al 95% del valore dei beni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: