home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Inchiesta "Tir Camaleonte", la Gdf sequestra villa di Riccardo Reitano

Sigilli ad Augusta, in in località Castelluccio, ad un immobile con piscina riconducibile al 63enne latitante: a lui ed altre 7 persone reati contestati a vario titolo dalla Procura di Catania.

Inchiesta "Tir Camaleonte", la Gdf sequestra villa di Riccardo Reitano

CATANIA - Un villa con piscina risultata riconducibile a Riccardo Reitano, 63 anni, sfuggito all'arresto nell'operazione «Tir Camaleonte» del giugno scorso, è stata sequestrata ad Augusta dalla Guardia di finanza di Catania, che ha eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente su delega della Procura etnea. Il valore dell’immobile, in località Castelluccio, in contrada Frandanese, supera i 200.000 euro.

L’operazione portò alla luce l’esistenza, almeno dal 2010, di un collaudato sistema fraudolento con la periodica sostituzione di società del gruppo d’imprese gestite dalla famiglia Reitano, schiacciate ormai da pendenze debitorie e affidate ad amministratori prestanome assolutamente privi della professionalità a gestirle, con imprese formalmente differenti ma che mantenevano il medesimo oggetto sociale e gli stessi dipendenti.

Il sequestro è finalizzato a privare gli indagati del profitto delittuoso di circa 10,5 milioni di euro originato dalla perpetrazione dei reati tributari contestati e a sottrarre ogni possibile fonte di finanziamento alla latitanza di Reitano. Nell'operazione «Tir Camaleonte» Riccardo Reitano fu tra gli otto destinatari di un’ordinanza emessa dal gip che dispose anche il sequestro dei beni a lui riconducibili e la custodia in carcere quali partecipi ad un’associazione per delinquere finalizzata alla sistematica realizzazione di bancarotte fraudolente (patrimoniali e documentali) e reati tributari (emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, omesso versamento di ritenute e di imposte). La villa è risultata nella disponibilità di un cittadino di nazionalità statunitense che in buona fede regolarmente corrispondeva a Riccardo Reitano il relativo canone d’affitto mediante l'utilizzo di carte di pagamento.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa