home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, era accusato per la morte della moglie, assolto in appello

Giuseppe Zito stava accompagnando la moglie incinta in ospedale perché aveva una emorragia. In primo grado era stato condannato a otto mesi

Palermo, era accusato per la morte della moglie, assolto in appello

La corte d’appello di Palermo ha annullato la condanna inflitta in primo grado per omicidio colposo a Giuseppe Zito. L’imputato, che aveva avuto 8 mesi, era stato ritenuto colpevole della morte della moglie deceduta, a settembre 2014, in un incidente stradale insieme al bimbo che aspettava.

Zito stava cercando di raggiungere al più presto l’ospedale Civico perché la donna stava per partorire e aveva una forte emorragia. In via Emanuele Paternò perse il controllo della Smart che si ribaltò e finì contro un muretto.
Le condizioni dell’asfalto - con buche, dossi, cunette e rattoppi - erano pessime.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa