home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Bronte, la Tac si guasta di nuovo: pazienti "dirottati" in altri ospedali

Il pezzo di ricambio necessario arriverà domani dalla Germania e la speranza è che nella stessa giornata si riesca a ripristinare lo strumento di diagnostica. Ma intanto il sindaco Calanna tuona: «Esigo più attenzione dall'Asp 3 per il nostro nosocomio»

Bronte, la Tac si guasta di nuovo: pazienti "dirottati" in altri ospedali

BRONTE - Ancora problemi per l’ospedale di Bronte (Catania), che da anni, precisamente dall'inizio dei lavori di ristrutturazione, partiti nel 2007 e non ancora completati, funziona sempre con problemi notevoli che spesso restano irrisolti. Dopo il guasto di una cabina elettrica, prontamente sistemata, stavolta è di nuovo la Tac a creare problemi. Infatti, da qualche giorno, lo speciale strumento di diagnostica necessario per le attività neurologiche e ortopediche, oltre che in caso di assoluta emergenza, è guasto e si prevede ancora qualche giorno per la sistemazione, in quanto il pezzo necessario dovrebbe arrivare dalla Germania.

Un guaio sia per il personale sanitario del nosocomio - che oltre ad essere privato di un importante presidio, deve subire i disagi di eventuali trasferimenti per eseguire l’esame a pazienti che ne hanno necessità - sia per l’intero territorio, con le ambulanze del 118 costrette a dirottare su Biancavilla o in alcune ore a Paternò o Catania, qualora si ritrovano un paziente che ha problemi di ictus o gravi traumi o probabili lesioni interne. Un disagio che potrebbe anche arrecare danni irreparabili, se il tempo necessario a raggiungere gli altri ospedali non basta a garantire il paziente. Ad esempio, in un codice rosso notturno, dove non c’è possibilità di intervento per l’elisoccorso, il trasferimento su un mezzo a due ruote allungherebbe i tempi di diagnosi e intervento.

«Purtroppo è da sabato che abbiamo avuto il guasto – ci spiega il dottor Giuseppe Spampinato direttore sanitario del distretto sanitario Ct2 dell’Asp 3 di Catania (comprendente gli ospedali di Biancavilla, Bronte e Paternò) -. Il pezzo da sostituire è stato immediatamente prenotato e arriverà giovedì mattina da Monaco. Lo stesso giorno verrà montato e contiamo di ripristinare il servizio, anche se finora non ci sono stati particolari disagi, con qualche esame urgente eseguito nei nosocomi di Biancavilla e Paternò».

«Esigo maggiore attenzione da parte dell'Asp 3 di Catania nei confronti del nostro ospedale - dichiara il sindaco Graziano Calanna - fino ad oggi ad operare a Bronte è stata una Tac lenta ed obsoleta e non è la prima volta che si guasta. Anche per questo motivo, insieme agli altri sindaci della zona, chiederemo al nuovo direttore generale, che spero venga nominato al più presto, di inserire in bilancio le somme per acquistarne una nuova. Scriverò, inoltre, una lettera all'assessore alla Salute, Ruggero Razza, chiedendo il suo intervento affinché le nostre legittime richieste vengano assecondate e l’ospedale di Bronte non venga più trascurato».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 2
  • Urologo

    10 Ottobre 2018 - 17:05

    Si fanno tante spese inutili ad esempio comprano un robot chirurgico per il policlinico universitario costato milioni di euro e inutilizzato in quanto obsoleto e non pensano di dare i servizi essenziali ai posti periferici come Bronte per poter eseguire una tac in urgenza. Credo che Bronte farà la fine dell'ospedale di Randazzo che a poco a poco diverrà appena un ricovero per anziani . Purtroppo devo ammettere che anche per l'ospedale di Bronte sono state fatte scelte mediocri senza mai puntare all'eccellenza. Sarebbe bastato assumere professionisti validi per le diverse specialità medico chirurgiche. Credo che purtroppo anche a Bronte si è seguita l'idea del clientelismo e dell'assinstezialismo.

    Rispondi

  • Urologo

    11 Ottobre 2018 - 13:01

    Ormai credo che è già tutto deciso l'ospedale di Bronte farà la fine di quello di Randazzo.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa