home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

«Risonanza per sospetto tumore? Potrà essere fatta tra un anno...»

Sul nostro quotidiano oggi in edicola, il racconto della disavventura occorsa ad un 78enne di Riposto che, afflitto da problemi alla prostata, si è rivolto al Centro unico prenotazioni dell'Asp per richiedere l'esame diagnostico

«Risonanza per sospetto tumore?Potrà essere fatta tra un anno...»

«Per eseguire la risonanza magnetica alla prostata la prima data disponibile è il 18 settembre 2019. Capisco l’urgenza, ma prima di quella data, vista la lunga lista delle prenotazioni, non è possibile eseguire la risonanza. Quel giorno si dovrà presentare al Paglione F3 del Cannizzaro». E’ la risposta che ha ricevuto il pensionato Giovanni Maugeri, 78enne di Riposto (Catania), dall'operatore del Centro unico prenotazioni (Cup) dell’Asp, contattato per prenotare la risonanza. L’esame diagnostico all'anziano, con un sospetto tumore alla prostata, è stato prescritto da un urologo del Policlinico – Ove.

«Sono rimasto sbigottito – racconta Maugeri – nel sentire la risposta dell’operatore. Cosa dire? Senz'altro si tratta di un caso di “malasanità”, vista la data ad anno dalla prenotazione per effettuare la risonanza, che a quanto mi dicono viene eseguita a pagamento in pochi giorni. Con la mia pensione non posso permettermi di sborsare centinaia di euro».

Del caso, il figlio del pensionato ha interessato l’assessorato alla Salute. «Mio padre – osserva Nunzio Maugeri – in quella data, considerata la gravità, potrebbe non esserci più. E’ vergognoso. Ben vengano le nuove strutture che la Regione vuole aprire, ma prima facciano ben funzionare quelle esistenti. Chiedo al ministro della Salute, Grillo, all'assessore regionale Razza, al presidente della Regione Musumeci: tutto questo è normale? E’ normale aspettare tanto tempo per scoprire se un tumore è benigno o maligno?».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 8
  • Urologo

    21 Ottobre 2018 - 19:07

    Sembra che gli urologi di Catania non conoscano le linee guida sulla diagnosi del tumore prostatico in cui è richiesta la visita, il PSA, free e la biopsia prostatica ecoguidata con i prelievi. La RMN prostatica non ci dice con sicurezza se è presente un tumore prostatico è un esame costoso e può essere riservato a pochi casi selezionati che non sembrano quelli del caso qui descritto. Per esserci una cosi enorme lista di attesa è chiaro che c'è un abuso di questo esame che oltre a risultare pericoloso in quanto allunga i tempi diagnostici è costoso. Emergono gli interessi privati suggeriti da tanti universitari. Assistiamo al flop del robot in uso al policlinico per operare il tumore prostatico costato milioni di euro e inutilizzato perché non si ha l'esperienza adeguata e secondo la letteratura scientifica non offre reali vantaggi rispetto alla prostatectomia radicale open. Spero che ci siano sanzioni amministrative per urologi che abusano di esami e non seguono le linee guida.

    Rispondi

  • Urologo

    21 Ottobre 2018 - 20:08

    La malasanita' nasce quando non si rispettano le linee guida per diagnosticare il tumore prostatico e si richiedono esami costosi e non dirimenti. Consiglierei di non creare falsi allarmismi e fomentare l'isteria popolare. Per fare diagnosi ci vuole la biopsia prostatica ecoguidata. Credo che ci sia una speculazione sulle malattie e ansie delle persone da parte di certi urologi senza però indirizzare in maniera onesta il paziente verso una diagnosi corretta. Chiedo al ministro della Sanità Grillo di mettere ordine sulla urologia catanese facendo rispettare le linee guida in modo da non lievitare inutilmente i costi sanitari anche con dei richiami su chi fa richieste costose e inutili. Queste cose non si verificano neanche nel Burundi ma lo sappiamo certi baroni dell'urologia catanese sono voraci e ingordi.

    Rispondi

Mostra più commenti

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa