home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Messina, entra in un Caf per chiedere informazioni e l'impiegato tenta di violentarla

Arrestato dai carabinieri un settantenne. La ragazza salvata solo da una telefonata giunta sul suo cellulare quando l'uomo sta per prendere il sopravvento

Messina, entra in un Caf per chiedere informazioni e l'impiegato tenta di violentarla

Una ragazza entra in un Caf di Messina e anziché ricevere assistenza ha ricevuto pesantissime avances sessuali da parte di un settantenne. Anziano che ora, a distanza di quattro mesi, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia Messina Centro su ordine del gip del Tribunale messinese per violenza sessuale e sequestro di persona.

I fatti risalgono allo scorso mese di giugno quando una ragazza, mentre si recava presso l’abitazione del suo nuovo datore di lavoro, trovando difficoltà nell’individuarne il luogo esatto, è entrata all’interno di un Caf. Uno dei due dipendenti presenti, si è immediatamente interessato ed ha invitato la giovane ad entrare nel proprio ufficio. A quel punto il 70enne ha chiuso la porta a chiave e ha iniziato immediatamente a fare alla giovane avances sempre più spinte, arrivando a palpeggiarla e a farle continui apprezzamenti, incurante del fermo diniego posto dalla donna nei suoi confronti. È stata provvidenziale una telefonata giunta sul telefono della vittima, la quale ha riferito all’aggressore provenire dal fratello che la stava aspettando fuori dall’ufficio. Solo a quel punto, sentendosi scoperto, l’uomo ha desistito, pur non mostrando alcun pentimento per il gesto compiuto. Ma la ragazza però ha deciso di denunciare ed è partita l’inchiesta della magistratura.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa