home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Halloween, da Palermo a Ragusa ecco la crociata siciliana "anti-Usa"

Nel capoluogo dell'Isola "Sfilata dei Santi" per «scongiurare che una festa di un'altra cultura distrugga le nostre tradizioni. E il direttore dell’ufficio diocesano ibleo per la pastorale della salute, tuona: «No a un ridicolo e provinciale tentativo di imitare gli americani in un campo che non ci appartiene»

Halloween, da Palermo a Ragusa ecco la crociata siciliana "anti-Usa"

«Halloween è sicuramente molto più divertente e attrae i bambini più di una visita al cimitero o di una messa per santi della Chiesa cattolica. Ma soprattutto fa spendere soldi ai genitori. Esposti nelle vetrine dei negozi di giocattoli, nelle cartolerie ci sono pupazzi a forma di streghe, teschi, ragni, fantasmi, zucche e gatti. Divertenti e simpatici simboli di una festa che in realtà non ci appartiene per nulla»: così il direttore dell’ufficio diocesano per la pastorale della salute a Ragusa, don Giorgio Occhipinti.

«Festeggiamo pure la notte di Halloween - aggiunge don Occhipinti - con tutte le sue tradizioni, i suoi riti, il suo esorcismo verso la paura per l'aldilà, ma facciamolo quando siamo in un paese dove questa tradizione è parte della cultura locale. Fatto da noi italiani e siciliani non è che un ridicolo e provinciale tentativo di imitare gli americani in un campo che non ci appartiene e soprattutto è un ulteriore modo per dimenticare le nostre radici». 

E anche a Palermo in campo una risposta "anti-Usa": saranno almeno un centinaio e sfileranno lungo gran parte del centro storico, ognuno portando con sé la storia di un beato, i partecipanti alla "Sfilata dei Santi", l’iniziativa promossa la sera di mercoledì 31 ottobre dall'associazione «Regina Coelorum» per fornire «una proposta alternativa ad Halloween e per scongiurare il pericolo che feste di altre culture possano distruggere le nostre più importanti tradizioni. Come quelle legate alla festa di tutti i santi e a quella dei morti», dicono i promotori.

«Siamo partiti tre anni fa in sordina e oggi siamo nuovamente qui per celebrare ufficialmente la seconda edizione - dice padre Giacomo Ribaudo, parroco della Chiesa Santuario «Maria Santissima del Carmelo ai Decollati» di Palermo -. In tanti nutrivamo sentimenti di contrarietà, quasi rabbia nei confronti di una proposta culturale come Halloween ed è per questo che abbiamo pensato a questa proposta alternativa».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa