Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Catania, nuovo sciopero allo Spaccio Alimentare: «Non ci pagano e non ci danno certezze»

Di Redazione

Continua lo sciopero dei dipendenti dei supermercati Spaccio alimentare di Catania. Dopo i sit-in di venerdì e sabato della scorsa settimana, oggi i lavoratori della catena "Distribuzione Cambria" incrociano nuovamente le braccia con un presidio davanti l’ingresso dell’edificio provinciale del centro commerciale «Centro Sicilia» a Misterbianco.

Pubblicità

La protesta, indetta dalla federazione provinciale Ugl terziario è stata confermata, si legge in una nota del sindacato, «al termine di un incontro tra gli stessi impiegati che non hanno ancora ricevuto metà dello stipendio di agosto, lo stipendio di settembre e rischiano di non vedere anche gli emolumenti di ottobre, oltre a nessuna garanzia sul prosieguo delle attività, tenuto conto che su cinque punti vendita tre sono stati già chiusi e due sono a rischio chiusura».

«Non abbiamo bisogno di interlocuzioni o promesse varie - dichiara il segretario provinciale di Ugl terziario Carmelo Catalano - i 180 lavoratori vogliono certezze e garanzie sui loro soldi e sul loro futuro. Se così non sarà, non avremo alcun problema a proseguire con scioperi in altre date, finché non ci saranno risposte chiare e nette».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: