home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Agguato a Palma di Montechiaro, un 45enne ucciso a colpi di pistola. Sotto torchio il suocero e il cognato

Assassinio nella centralissima via Palladio: Ignazio Scopelliti, la vittima, avrebbe tentato con insistenza di riallacciare la relazione con l’ex moglie, e ciò potrebbe avere scatenato le ire degli stretti congiunti della donna

Agguato a Palma di Montechiaro, un 45enne ucciso a colpi di pistola. Sotto torchio il suocero e il cognato

Ignazio Scopelliti

PALMA DI MONTECHIARO - Un uomo di 45 anni, Ignazio Scopelliti, è stato ucciso con colpi di pistola in pieno centro, in via Palladio, a Palma di Montechiaro (Agrigento). Il delitto dovrebbe essere avvenuto fra le 10,30 e le 11.

Il sostituto procuratore di turno, Emiliana Busto, è subito arrivato a Palma di Montechiaro. I carabinieri, che si occupano delle indagini, hanno già portato in caserma un paio di persone e sono in corso gli interrogatori.

Ignazio Scopelliti, a quanto si è appreso, avrebbe tentato con insistenza di riallacciare la relazione con l’ex moglie. Un rapporto non voluto dalla donna che avrebbe scatenato le ire del suocero e del cognato della vittima, attualmente interrogati nella caserma dei carabinieri dal pm Emilia Busto e le cui posizioni sono al vaglio di investigatori e inquirenti. 

I due uomini ieri sera avevano denunciato Scopelliti per l'ennesima volta, accusandolo di molestie e violenze nei confronti della moglie. La pista privilegiata, in questo momento, conduce al suocero e al cognato che stamattina pare abbiano incontrato l’uomo con il quale avrebbero avuto l'ennesimo alterco. 

Sull'asfalto, bagnato dalla pioggia battente sono rimasti una decina di proiettili. Sei ore dopo l’omicidio di Ignazio Scopelliti, avvenuto in via Palladio a Palma di Montechiaro (Ag), vanno avanti gli interrogatori di familiari, amici e conoscenti della vittima e della sua famiglia. Interrogatori, condotti dai carabinieri e del sostituto procuratore che avrebbero fatto emergere una situazione familiare turbolenta: pare che il quarantacinquenne, ufficialmente disoccupato, ma in realtà bracciante agricolo, maltrattasse la moglie. Ci sarebbero stati dunque degli alterchi, anche violenti, tra i familiari e l’uomo affinché si allontanasse e lasciasse in pace la donna che voleva la separazione. I carabinieri, mentre in caserma sono ancora in corso gli interrogatori, hanno avviato una serie di perquisizioni. Si cerca l’arma del delitto: una pistola, forse una semiautomatica. E i militari dell’Arma stanno controllando abitazioni, autovetture e l’intera zona dove è avvenuto l’omicidio. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa