home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Noto, mucca assassina sulla statale: un centauro 34enne perde la vita

Secondo una prima ricostruzione, Corrado Leone in sella alla sua moto di grossa cilindrata si sarebbe ritrovato davanti un bovino: da chiarire se abbia tentato di evitare l’impatto perdendo così l’equilibro oppure se sia caduto a terra dopo aver sbattuto sull'animale

Noto, mucca assassina sulla statale: un centauro 34enne perde la vita

SIRACUSA - Incidente mortale ieri pomeriggio sulla Statale 287 che collega Noto a Palazzolo, coinvolto un centauro di 34 anni, originario della città barocca, il quale era in sella alla sua moto di grossa cilindrata quando per motivi ancora al vaglio degli investigatori ha perso l’equilibrio rovinando sull'asfalto.

Dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che Corrado Leone, elettricista di professione con la passione delle due ruote, si sarebbe ritrovato davanti una mucca e non avrebbe fatto in tempo ad evitarla. Questa la versione fornita ieri sera subito dopo che la notizia della morte dell’ennesimo giovane sulle strade del territorio netino ha cominciato a circolare in giro per la città.

Il corpo del giovane è stato trasportato all'obitorio dell’ospedale Trigona dove sono arrivati i tanti amici e i parenti ancora increduli per l’assurdità della vicenda. Attese fino a tarda sera anche le istruzioni della magistratura su eventuale sequestro del cadavere per eventuali approfondimenti o ulteriori ispezioni cadaveriche che serviranno per chiarire la dinamica dei fatti. Resta il silenzio in cui Noto è piombata improvvisamente ieri pomeriggio, accompagnate da tante frase di circostanza e dalla rabbia di chi ha più volte segnalato la presenza su quel tratto di strada di animali di una certa stazza, difficili da evitare alla luce del sole figurarsi al calare della sera.

Le dinamiche restano per il momento ancora incerte e sul posto i primi ad intervenire sono stati i carabinieri della compagnia di Noto coordinati dal capitano Paolo Perrone. I rilievi serviranno per stabilire innanzitutto il punto preciso dell’impatto con l’asfalto e quanto la presenza dell’animale sulla carreggiata abbia condizionato gli ultimi instanti Di vita dello sfortunato centauro. Secondo una prima ipotesi il giovane avrebbe tentato di evitare l’impatto con il bovino perdendo così l’equilibro mentre secondo un’altra tesi avrebbe potuto sbattere sull'animale e di conseguenza cadere a terra. Da stabilire anche la direzione in cui andava il motociclista. Tutti dubbi che saranno sciolti nelle prossime ore, dato anche che la salma è rimasta all'ospedale Trigona per tutta la notte. In attesa di novità, l’intera città si è stretta attorno ai familiari del centauro.

Sono continue le segnalazioni sulla presenza di animali incustoditi lungo quell'arteria ed è logico aspettarsi che gli accertamenti mireranno a verificare eventuali responsabilità di terze persone. Intanto gli amici ricordano Corrado come un giovane allegro ed educato, sempre pronto a dare una mano ed anche un professionista serio e puntuale. Un altro giovane strappato alla vita dopo un incidente stradale. Quest’anno Noto aveva pianto la morte di un altro giovane, Carmelo Lauretta, anche lui di 34 anni morto dopo un incidente autonomo con la sua moto sulla strada che conduce a Lido.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Corrado S.

    05 Novembre 2018 - 21:09

    Conosco abbastanza i luoghi. Non è il primo caso e quest'anno come diversi anni fa ho evitato per un pelo l'impatto con un bovino su quell'arteria. Il responsabile che ha la "buona abitudine" di non prendersi cura dei bovini che dice non essere suoi, è ben conosciuto anche alle forze dell'ordine ma rimane un intoccabile.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa