Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

"Autentico" falso «Made in Catania» Sigilli a due fabbriche e a deposito

Di Redazione

CATANIA - Due fabbriche di capi d’abbigliamento ed accessori contraffatti ed un deposito sono stati scoperti a Catania durante un’operazione dalla Guardia di finanza, che ha denunciato in totale tre persone, due senegalesi e la moglie italiana di uno di loro per concorso nella produzione ed immissione nel mercato di prodotti contraffatti. In totale 180mila i prodotti contraffati sequestrati, per un valore di oltre 2 milioni di euro.

Pubblicità

La prima fabbrica, gestita da uno dei due stranieri, è stata individuata in un locale a piano terra nel quartiere San Cristoforo che era allacciato abusivamente alla rete elettrica pubblica. Qui i militari hanno sequestrato 117mila materie prime e prodotti semilavorati, capi firmati e accessori di abbigliamento contraffatti di note griffe, macchinari e 51 cliché per riprodurre i marchi su tessuto e cuoio. Nella fabbrica i militari hanno trovato alcune buste relative a spedizioni effettuate con un corriere ad un deposito di Via Plebiscito.

Dopo una perquisizione in casa del senegalese, dove sono state sequestrate numerose etichette contraffatte, i militari hanno controllato l’abitazione indicata nelle buste per la consegna, dove hanno trovato la seconda fabbrica clandestina, gestita da un altro senegalese e dalla moglie italiana. Qui i militari hanno sequestrato altri capi di abbigliamento contraffatti finiti e semilavorati ed i macchinari professionali utilizzati per la cucitura di fibbie ed etichette. Uno dei senegalesi è stato anche denunciato per furto di energia elettrica.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA